Pulcher Femina: Darkness Prevails

0
Condividi:

Ver Sacrum Sono passati ben sette anni dalla pubblicazione dell’ottimo Shadow of the lovers, disco che ottenne un grande successo in tutta Europa e finalmente possiamo salutare il ritorno del progetto di Roberto Conforti, con il nuovo Darkness Prevails, terzo album del progetto romano. Il disco, articolato in tredici tracce, si apre con “Light deprivation”, uno dei migliori brani del disco, caratterizzato al contempo da ritmo e linee melodiche intrise di un velo di malinconia, da sempre caratteristiche integranti del sound di Pulcher Femina. Elettro-dark e future-pop sono le coordinate di riferimento delle canzoni di questo disco, che rispetto ai due capitoli precedenti evidenzia una netta crescita del sound, con arrangiamenti e produzione di ottimo livello, grazie anche ad un lavoro di mixaggio e masterizzazione svolto tra Grecia e Germania. “Deepest sins”, “Bio-illogical progress”, “Grim Surroundings” sono solo alcuni dei migliori episodi di un disco capace di coniugare malinconiche melodie (“Last time”) e ritmi danzerecci (“Tragic heroes”), trovando forse il suo unico (piccolo) difetto nell’eccessiva lunghezza, che potrebbe evidenziare una certa ripetitività nelle soluzioni sonore adottate. Darkness Prevails è comunque un disco da promuovere senza esitazioni e che riporta alla ribalta uno dei piu’ interessanti progetti “elettro” italiani: bentornati Pulcher Femina!

Condividi:

Lascia un commento

*