Patenbrigade:Wolff: Baustoff (Popmusik fuer rohrleger)

0
Condividi:

Ver Sacrum Devo ammettere che sinora non ero un grosso estimatore dei Patenbrigade:Wolff, ma il loro nuovo album, Baustoff (Popmusik fuer rohrleger), è veramente delizioso. Il duo formato da Sven Wolff e Lance Murdock ha realizzato un album che rispetto ai lavori precedenti, suona maggiormente “pop” e sopratutto annovera un maggior numero di brani cantati rispetto al passato; per questo i due si sono coadiuvati dell’aiuto di diversi ospiti alle vocals (tra i tanti, ricordiamo Andrè Hartung-Sero.Overdose, Antje Schulz-In Strict Confidence, Julia Beyer-Technoir/Chandeen/The Eternal Afflict e Alexander Pitzinger-Painbastard). Il disco offre quindi gradevolissimi brani elettro-pop (su tutte “Das Kraftfeld” e “Never Neverland”, interpretate da Andrè Hartung) e brani intrisi di malinconia, interpretati dalle numerose vocalist femminili (“Voyage”, “Sun after the rain”, “My mountain” e “Dreh mir die zeit zueruck”). Non mancano echi della precedente produzione del duo tedesco come nella title-track, sorta di omaggio ai Kraftwerk. Disco al 100% “crucco”, ma stavolta l’aggettivo non è da leggersi in tono negativo; vario e assolutamente divertente, Baustoff (Popmusik fuer rohrleger) si afferma tra i migliori elettro-album del 2009, chiudendo l’anno in bellezza.

Condividi:

Lascia un commento

*