Current 93: Aleph On Docetic Mountain

0
Condividi:

Ver Sacrum Iniziamo col dire che l’unica traccia inedita è la versione demo di “Approaching Docetic Mountain”, uscita poi sull’edizione in vinile dell’ultimo album. È un lungo brano di circa 20 minuti dove Tibet è affiancato dall’elettronica di Andrew Liles e dalle percussioni di Alex Neilson, ed è molto diverso dal rock del disco: Tibet e compagnia tornano a lambire territori elettronici vicini all’EP Birth Canal Blues di qualche tempo fa, con chitarre trattate elettronicamente, voci filtrate e tanti effetti in studio. Le restanti tracce sono registrazioni del soundcheck del concerto tenuto a Santiago de Compostela nel 2009, con la formazione limitata a Keith Wood (Hush Arbors), James Blackshaw e Baby Dee. Il piatto forte è il libro hardcover al quale il CD si accompagna, con tutti i testi di Aleph At Allucinatory Mountain. La qualità del live è buona, e “Approaching Docetic Mountain” è una bella traccia che non tutti hanno potuto apprezzare, rendendo così questa uscita discografica un oggetto sì limitato al mercato dei collezionisti, ma con almeno un po’ di sostanza a giustificare l’acquisto.

Condividi:

Lascia un commento

*