Aa.Vv.: Danza Meccanica - Italian Synth Wave 1982-1987

2
Condividi:

Ver Sacrum Mai come ora è alta l’attenzione verso la musica italiana indipendente degli anni ’80. Basti pensare all’incredibile (e meritatissimo) successo che Neon e Diaframma stanno riscuotendo di questi tempi. Varie sono le etichette che hanno intrapreso la strada del recupero delle opere del periodo, tra cui la Spittle Records nonché la In The Night Time. E proprio da quest’ultima, in collaborazione con l’eccellente mail order Mannequin, che viene licenziata questa interessante compilation. Si tratta di un album di forte richiamo per i collezionisti, essendo stampato in sole 500 copie numerate su vinile (anche se si vocifera di una prossima e imminente riedizione su CD). Danza Meccanica è un compendio di alcune delle formazioni “minori” del periodo, quelle che magari sono sparite senza aver pubblicato nemmeno un singolo ma giusto qualche demo in cassetta. É tra queste proposte che si annidano spesso delle vere e proprie chicche. Sono infatti felicissimo di aver riascoltato i Chromagain, autori nel 1985 del valido mini-album Any Colour You Like o i Janitor of Lunacy, una band di cui si sentiva molto parlare giusto in quegli anni per via di un EP che sarebbe dovuto uscire per la Supporti Fonografici ma che apparentemente non ha mai visto la luce del giorno. Non vanno dimenticate comunque le altre band qui raccolte, dai validi Xno, a Tommy De Chirico con le sue atmosfere spleen-wave fino agli ottimi Vena in cui militava un certo Stefano Tocci che i lettori di Ver Sacrum conoscono bene con il monicker S*Tox… Un po’ troppo pop per i miei gusti (tra i Japan più leggeri e gli Heaven 17 per intenderci) sono invece i Monuments. Cosa dire di più? Giusto che fa un po’ di tristezza ascoltare gruppi di oltre 25 anni fa che suonano più interessanti e pieni di cose da dire di tanta, troppo roba che esce di questi tempi. E purtroppo queste non sono le farneticazioni del “reduce” ma la sincera amarezza di un amante della buona musica oscura, ahimé oggigiorno sempre più frustrato…

Condividi:

2 comments

  1. Marcio 6 marzo, 2011 at 17:47

    Bongiorno, primo scusi per mio italiano.
    Io ho comprato questo CD ieri e mi ha piascuto molto… voglio sappere si lei ha alcuna indicazione di altri CD come questo. Io sono di Brasile e fa una settimana que vivo qui.

    Grazie mille,

    Marcio

Lascia un commento

*