The Gazette: Dim

0
Condividi:

Attivi dal 2002 e sovente presenti sulle cover di Cure, The Gazette si propongono come fedeli apostoli dei vari D’espairsRay, Dir En Grey, MUCC ed altri prime movers del j-rock. Un bel sound compatto ed indurito al punto giusto, con pezzi di grande presa come “The invisibile wall” (che nel finale cita “Black Parade” dei My Chemical Romance) ed “A moth under the skin”, ove il verbo del nu-metal viene declinato al presente, scuro e ribollente come magma minaccioso fuoriuscito da qualche vulcano improvvisamente risvegliatosi dal suo lungo sonno (e non mancano omaggi più o meno velati a Marylin Manson, mentre “Ogre” è puro death metal ignorantissimo!). A discapito di una discografia ancora gracile, il gruppo del valido cantante Ruki ha collezionato diverse testimonianze live, ambito che per la coppia d’asce Aoi ed Uruha e la sezione ritmica Reita e Kai deve per forza esser congeniale, essendo i loro brani costruiti apposta per essere proposti su d’un palco. Magari dinanzi ad una folla di adoranti seguaci… Promossi senza altro in Prima Divisione Visual Kei.

Condividi:

Lascia un commento

*