Rassegna cinematografica a New York “Bela Lugosi’s Dead, Vampires Live Forever”

0
Condividi:

E’ in corso al BAM Cinématek di New York da agosto fino alla fine di settembre la rassegna cinematograficaBela Lugosi’s Dead, Vampires Live Foreverche ricostruisce la storia della figura del vampiro al cinema attraverso 33 pellicole, alcune note altre meno, qualcuna quasi sconosciuta, ma tutte estremamente interessanti. Si va dai classici Nosferatu di Murnau, Dracula di Tod Browing e Nosferatu, il vampiro di Herzog, a rarità come la versione spagnola del 1931 del Dracula di Browning, all’angosciante Vampyr di Carl Theodor Dreyer del 1932, alle pellicole della Hammer come Horror of Dracula del 1958 di Terence Fisher con Peter Cushing e Christopher Lee e The Brides of Dracula del 1960. Non può mancare la versione femminile  del vampiro con lo scandaloso (per l’epoca) The Vampire Lovers diretto da Roy Ward Baker del 1970 con Ingrid Pitt nella parte della vampira lesbica Mircalla Karnstein (tratto dal racconto Carmilla di Le Fanu) oppure il mitico The Hunger di Tony Scott del 1983 con Catherine Deneuve, David Bowie, Susan Sarandon e la colonna sonora dei Bauhaus. Dai film low budget degli anni settanta come The Velvet Vampire di Stephanie Rothman, o gli exploitation Blacula di William Crain e Count Yorga, Vampire di Bob Kelljan, si passa al tormentato Martin di George A. Romero del 1977, fino ai “moderni” vampiri di Kathryn Bigelow in Near Dark del 1987.  Gli  anni novanta vedono il famoso Bram Stoker’s Dracula di Francis Ford Coppola ma anche l’allucinogeno  The Addiction di Abel Ferrara del 1995 e i Vampiri di John Carpenter del 1998. Si chiude con poche pellicole degli anni duemila tra cui lo struggente Let the Right One in di Tomas Alfredson del 2009. A rappresentare il cinema italiano Planets of the Vampires (Terrore nello spazio) del grande Mario Bava del 1965  e L’ultimo uomo sulla terra di Ubaldo Ragona del 1964 con Vincent Price, tratto da I am a Legend di Matheson. Ma sono davvero tante le pellicole, frutto di una scelta accurata e di alto livello, che fanno di questa rassegna un evento eccezionale per cinefili e non.

Condividi:

Lascia un commento

*