2 a.m.: The end. The start

0
Condividi:

2 a.m. sono Andrea Maraschi ed Andrea Marcellini (dalle iniziali doppie il nome), amanti delle sonorità più schiettamente brit che condensano nelle sette tracce del loro eppì di debutto, che la volonterosa Isaac Gravity Records pubblicherà in digitale in quattro singoli che avranno come brani portanti due di The end. The Start ogni uno con in aggiunta delle bonus. Una riscoperta del formato singolo in un’epoca di imperante download non può non suscitare simpatia, un sano ritorno al passato come i brani di The end. The Start, i quali in “PG” ostentano un certo atletismo a la Blur, mentre nell’opener “I cannot cry” prediligono i profumi d’un mattino festonato di nebbia, aromi che impregnano il paltò mentre i romori tutt’attorno risultano attutiti dal velo humido. “Love and leave me” è la ballatona perfetta da esibire ai concerti, con echi di beatitudine beatlesiana (leggete pure Oasis era-“What’s the story”!) che si frangono come i flutti schiumosi sull’acciotolato della spiaggia di Brighton, ove accompagnerete Morissey in una indolente passeggiata mentre una radio lontana rimanda le note di “A new day”, leggiadra e cosparsa d’una patina glam (con gli Suede sullo sfondo del tramonto). “Format ME”, intimista nella prima sezione, s’irrobustisce nel finale, “You’re more (than who you’re told to be)” e l’acustica “Trying” completano la lista di The end. The Start, il quale scorre via veloce, e come una corsa trafelata fra i prati smeraldini della campagna che immaginerete inglese, vi lascia infine spossati ma felici; perchè v’è una tazza di the, accompagnata dai pasticcini della nonna, che v’attende nel tepore del salotto. 2 a.m., come i miei conterranei The Moon, non vanno tacciati di didascalismo, perchè celebrano un genere che non è certo nostro, ma lo fanno con uno stile ed una convinzione che supera nei risultati molti degli istessi colleghi anglosassoni. Eppoi, ci pensate ad una “Love and leave me” suonata dalla BBC, in un meriggio trascorso ad indugiare fra le strade umide di pioggia di qualche villaggio della Cornovaglia? Che effetto!

Tags2 a.m.
Condividi:

Lascia un commento

*