Frozen Crimes: Frozen crimes

0
Condividi:

Debut-Ep per questa band romana la quale in sei pezzi condensa assalti sonici squassanti ed ambientazioni cinematografiche care ai Punish Yourself (la title-track rimanda alla insania strisciante che mina il tessuto cerebrale degli episodi più claustrofobici di “Cult movie”). Il missaggio di George Priniotakis (Blue Birds Refuse To Fly e not only) esalta l’inclinazione all’up-tempo di “Rise and fall”, con le chitarre di Maru Crms e di Nyan Evil a grattuggiare la superficie levigata con cura dalle keys di Lord Frzn, scossa dal pulsante basso di The Flag, mentre il contributo fornito dalla voce declinante all’industrial ministryano di Enrico Frozen garantisce all’opera spessore e la giusta dose di cattiveria; le appena accennate aperture melodiche di “The dogma’s destroy” lasciano intravedere ulteriori possibilità di evoluzione per un impianto sonico ancora da perfezionare, che trova nell’architettura più evoluta di “Damage plan” il suo punto focale. Una prima che merita la sufficienza piena.

Condividi:

Lascia un commento

*