John Frusciante: Letur-Lefr

0
Condividi:

John Anthony Frusciante Jr, considerato da molti uno dei maggiori chitarristi in circolazione – le sue performance durante la ‘militanza’ nei Red Hot Chili Peppers sono ricordate con ammirazione da tutti i fan della band – si è dato ai synthesizers e prende un po’ tutti alla sprovvista con questo EP, contenente 5 tracce assolutamente inattese. Letur-Lefr dimostra che non bisogna avere paura dei cambiamenti, se ci si crede davvero. E’stato lo stesso Frusciante a dichiarare sul suo sito l’intenzione di accantonare momentaneamente lo stile rock cui è sempre stato legato per cominciare a sperimentare con l’elettronica e le tastiere, con le quali si era già in passato cimentato, per esempio nel suo album del 2004 Shadows Collide with People o anche all’interno dei Red Hot Chili Peppers nel famoso Stadium Arcadium. E’ ancora lui, sorprendentemente,  a definire la sua nuova musica ‘Progressive Synth Pop’. Non sono mai stata una fan dei Red Hot Chili Peppers, ma Letur-Lefr non ricorda le loro hit neanche alla lontana: la scelta elettronica non è affatto convenzionale, ma aperta persino a blandi sperimentalismi, come è lecito attendersi da un musicista creativo come Frusciante che qui suona anche la chitarra, sebbene con uno stile del tutto insolito. La prima traccia, (“In Your Eyes”), è una strana, fantasiosa melodia giocata fra tastiere e drum machine, in cui lo si sente, fra l’altro, duettare con la moglie, Nicole Turley. “909 Day”, uno dei pezzi migliori, è arioso e originale con fresche ‘ventate’ di synth e un finale che il canto di Frusciante rende travolgente. “Glowe” è un breve brano strumentale, una gradevole variazione sulle tastiere e la chitarra che appare con discrezione, mentre “FM” ospita il rapper RZA, con il quale il nostro aveva già collaborato. “In My Light”, invece, è un piacevole pezzo elettronico classico. Resta da vedere se la via imboccata verrà mantenuta anche nel full-length PBX Funicular Intaglio Zone, in uscita in questi giorni.

Condividi:

Lascia un commento

*