Avant-Garde: Epoque

0
Condividi:

Ricevo questo mini dall’amico Alessio Schiavi, che col suo progetto Avant-Garde mi ha viziato, mai essendo mancate le soddisfazioni. Quattro tracce che anticipano l’imminente album “Antitesi”, delle quali tre sono presenti in versione alternativa, ascrivibili alla wave più classica e rispettosa della tradizione; arrangiate con cura “Epoque” ed “Il buio su Roma” (album version, quest’ultima, la prima in vece è single edit) sono brani che nella loro spoglia semplicità rimandano a quelle fredde giornate invernali allorquando, ad onta del clima poco clemente, si tenta comunque una sortita fuori dalle accoglienti mura domestiche, sfidando il gelo e godendo del paesaggio che la stagione rende del tutto peculiare. Il weird mix della istrumentale “Antitesi” (altro pezzo non cantato è “Livido livore”) chiude il poker, solenne marcia joydivisioniana dalla quale traspare l’amore ed il rispetto che i nostri nutrono nei confronti dei Maestri, e che si traduce in una rilettura aderente ai canoni da questi tramandati fino ai giorni nostri.

Condividi:

Lascia un commento

*