Lord Vampyr: Gothika Vampyrika Heretika

0
Condividi:

Torna Lord Vampyr, il progetto di Alessandro Nunziati, già fondatore della band black/gothic metal Theatres des Vampires. E’ infatti uscito da poco l’album dal titolo non troppo promettente di Gothika Vampyrika Heretika: in esso notiamo il riavvicinamento a sonorità tipicamente metal anche se, occasionalmente, non mancano le derive ‘sinfoniche’ ed i momenti melodici di ampio respiro. Apre “Theda Bara”, uno degli episodi migliori,che, dopo poche note lente e solenni, ci fa sobbalzare con la più infuocata delle chitarre e la più rude e ‘malevola’ delle voci. Subito dopo “Lamia”, scelta anche come singolo, dà l’idea del pezzone per fare confusione ai concerti: orecchiabile, chitarrona potente venata di tastiera pop e voce al suo massimo. Anche nella title track la tastiera ‘facile’ si fa apprezzare mentre “The Night Chronicles Pt1” è un classico brano dark metal godibile e di discreta forza. “Till Dawn” persiste con il ‘mood’ melodico, in questo caso forse troppo,  “Ghost”, impreziosita da romantiche note di tastiera, ‘goticheggia’ in modo gradevole ma “The Night Chronicles pt. 2” incalza il ritmo in modo aggressivo e sferzante. Da segnalare, infine, la curiosa cover di “It’s a Sin” dei Pet Shop Boys ma personalmente, non avendo amato nemmeno l’originale, non ne sono rimasta impressionata. Gothika Vampyrika Heretika accontenterà probabilmente gli amanti del genere e si mantiene di certo ad un buon livello ma da qui a scatenare l’entusiasmo ce ne vuole….

Condividi:

Lascia un commento

*