Kirlian Camera + The Bel Am + Bad Girl, Calenzano (FI) 10/05/2014

0
Condividi:

Kirlian Camera a Calenzano - foto di DJ Lovv

A distanza di qualche anno riesco finalmente a rivedere i Kirlian Camera nel nostro paese. L’occasione si è presentata sabato 10 Maggio al Cycle Club di Calenzano, locale in provincia di Firenze. Bel concerto e soprattutto bella serata, che ha visto esibirsi, oltre alla band di Angelo Bergamini ed Elena Fossi, anche The Bel Am e Bad Girl. Affluenza ampiamente al di sotto delle previsioni, ma nel nostro paese – ahimè – anche in presenza di eventi di un certo spessore, non è più una notizia ormai…

La serata si apre con le sonorità industrial di Bad Girl. Buon concerto per questo one-man project, che ho già avuto modo di vedere dal vivo in altre occasioni e che anche in questa situazione ho trovato convincente.

Con The Bel Am ci spostiamo su territori più goth. Alla luce del concerto di questa sera, non posso che riconoscere che il gruppo parmense, formatosi negli anni ’80 e sul palco in formazione a tre (nuova singer e nuova bassista), è stato senz’altro autore di una buona prova live. Solo in un paio di episodi – si tratta comunque di considerazioni personali – il cantato della vocalist Anja (Maria Cristina Anzola, adesso nei The Blue Project, non milita più nella formazione), mi ha dato l’impressione di non sposarsi al meglio con la musica del gruppo. Tra i brani proposti “For Love” e “Deadly Sins”, dal nuovo album Unreal.

Cambio di palco ed è l’ora dei Kirlian Camera. Intro con i componenti in passamontagna – solo Angelo Bergamini lo indosserà per l’intera esibizione – ed ha inizio il concerto.

Sulla scia dell’ottima perfomance a cui ho assistito lo scorso anno in Germania (al M’Era Luna Festival di Hildesheim), anche in questa occasione il gruppo ci regala un’esibizione di assoluto rilievo. A brani dell’ultima fatica discografica Black Summer Choirs, su tutti “Heavens”, con una splendida interpretazione di Elena Fossi, si aggiungono classici – che non esagero a definire intramontabili della band – quali “Blue Room” ed “Eclipse”, molto applaudite dal pubblico presente. Unica nota poco piacevole per il sottoscritto – ma questa non è certo una novità negli eventi live – la presenza di alcune persone nelle prime file totalmente disinteressate al concerto che hanno infastidito in più di un’occasione. Un minimo di educazione, ci tengo a ribadire, non guasterebbe.

Tra le canzoni eseguite troviamo anche una cover dei Pink Floyd, “Comfortably Numb” con Elena Fossi ed il chitarrista sugli scudi. Bis con i Kirlian Camera che ci regalano altri due brani: “K-Pax”, a dir poco splendida e dulcis in fundo una bellissima “Heldenplatz”, a suggello di un’ulteriore gran prova live per questa band.

Un evento che avrebbe meritato ben altra cornice di pubblico.

Kirlian Camera a Calenzano - foto di DJ Lovv

Condividi:

Lascia un commento

*