Corroded Master: The Deciever

0
Condividi:

Se tutti gli adolescenti producessero musica electro come quella dell’americano Vincent Gauthier che, dall’età di quindici anni, si dedica alla sperimentazione più sfrenata, forse dovremmo andare davvero in pensione. Stiamo parlando di Corroded Master, il progetto fondato appunto da questo giovanissimo musicista che, con l’album Ich Bin Eins dell’anno scorso, aveva destato interesse e curiosità per il suo stile fatto del più oscuro EBM e di sonorità estreme. La sua attività è proseguita bruciando le tappe e il 2014 ha visto uscire il altri due lavori, A Breathing Machine, autoprodotto, e questo The Deciever, pubblicato dalla label cilena ≡quilateral. Corroded Master crea suoni frenetici ed aggressivi, a volte addirittura forsennati, che certo spopoleranno nelle discoteche di genere ma, sull’ascolto per esteso, risultano sinceramente alquanto ansiogeni. Verificate se l’opener, “Romans 5 12” non merita l’aggettivo,  eppure, benchè il ritmo sia decisamente incalzante, è uno dei brani meno esagerati, e il canto non è poi troppo distorto. “America is Destruction”, per esempio, è già più ‘cattiva’, per non parlare di “Instigator”, poco dopo: un vero e proprio incubo elettronico da non ascoltare a notte fonda se si vuole riposare tranquilli. Non che il nostro non sia in grado di produrre normali pezzi ‘dark’ magari di orientamento post-punk: ecco infatti di seguito la bella “No Prisoners” in cui egli dimostra di avere una voce efficace e piacevole anche senza troppe diavolerie. Ma con “E.F.F.E.C.T.” il clima torna assai nervoso, finchè non si arriva ad episodi come “Sheep Go To Heaven, Goats Go To Hell” in cui il paesaggio sembra invaso da lava infernale, l’EBM si fa industrial, la voce si fa death metal e la pace è andata a farsi benedire definitivamente. Ma gli appassionati del genere non potranno non apprezzare la sorprendente coerenza e professionalità con cui un giovane evidentemente molto molto irrequieto si sta facendo strada con la velocità della luce.

Condividi:

Lascia un commento

*