In Aevum Agere: Limbus animae

0
Condividi:

Doom epico e battagliero. Figlio diretto di quei Candlemass che, guidati dall’ugola possente del celebrante Messiah Marcolin, seppero inanellare una serie di album imprescindibili, dai quali colava letteralmente il sangue degli Eroi falciati sul campo di battaglia nel nome di un Ideale che pretendeva tale sacrificio… Certo che l’eccellente e rispettosa dell’originale cover di “Solitude”(che però apparteneva ad ”Epicus, doomicus, metallicus” del 1986, con Johan Langqvist alla voce) potrebbe già inquadrare il genere di appartenenza dei campani, guidati dalla ferma mano di Bruno Masulli (anche all’opera coll’interessante progetto I Miti Eterni), ma i nostri si sono già fatti conoscere per il pregevolissimo “The shadow tower”, licenziato sempre da Pure Steel Recs. due anni or sono e, prima ancora, per una breve ma significativa serie di demo ed EP (e d’altro canto vantano quasi un decennio di attività). Oggidì si legge sovente, anche sui magazines più diffusi, di compagini che infondono nuova linfa al metallo più oscuro ed evocativo, ma il numero di chi s’approccia al versante più magniloquente ed eroico è esiguo, ecco perché Limbus animae acquisisce maggior valore nei confronti di noi appassionati. Dispersi i connazionali Thunderstorm, vacillante il trono degli istessi svedesi (seppur l’ingresso di Robert Lowe ci conceda ulteriore speranza), non rilevando cenni di vita dai Solitude Aeturnus, riponendo ancora una vaga speme negli incostanti Solstice, a chi l’onore di guidare la coorte nella pugna? “Damnatio memoriae”, “Awaiting” ed “Anti-Inferno/Limbus animae” poggiano su d’un approccio severo all’epic-doom, le chitarre incedono sicure, menando fendenti terribili, mentre la cavalleria pesante fornita dalla sezione ritmica apre la via ai fanti caricando senza indugi. Eppoi Masulli, commovente nella sua prestazione così partecipe, cantore d’epiche gesta che qualche menestrello raccoglierà in canti che i padri tramanderanno ai figli, le notti d’inverno, quando le spade e le asce giacciono nelle loro custodie. “…please let me die in solitude…

Per informazioni: http://www.puresteel-records.com
Web: http://www.facebook.com/pages/IN-AEVUM-AGERE/35718522561
Condividi:

Lascia un commento

*