Opium Dream Estate: Shades

2
Condividi:

Questo è l’ultimo lavoro di una band formata in Francia nel 2006 ed il cui primo album risale al 2008.
L’ep si compone di cinque pezzi, caratterizzati da uno stile che potrei definire neofolk contaminato da ballate, come i pezzi più lenti e malinconici delle rock band classiche, e con echi del cantautorato di classe francese, come D. Saez o F. Cretien, anche se a differenza di questi ultimi gli Opium Dream Estate usano la lingua inglese.
“(She Has) Spring In Her Hands”, il pezzo che apre il lavoro, è quello con i più marcati riferimenti apocalittici: molto lento, ipnotico, ma personalizzato dai riff di chitarra in stile rock, che aggiungono un qualcosa di epico.
“Comes From Heaven” è crepuscolare, con la chitarra che emette note lente, sulle quali arriva il canto, che l’eco fa apparire come giunto da lontano, forse dal Cielo evocato dal titolo, anche se in questa canzone non c’è nulla di paradisiaco, forse solo le tastiere, che sembrano riprodurre una melodia infantile. Al contrario, il brano evoca il rimpianto per qualcosa di perduto ed ormai lontano, dando l’impressione che le note siano come lacrime che colano, evocate da dolci ricordi che dimorano indimenticati nel cuore: a mio avviso è il pezzo migliore dell’album.
“Solitude” ha una melodia che ricorda in qualche modo le colonne sonore western di Sergio Leone – naturalmente quelle dei momenti più drammatici – sempre reinterpretate in stile neofolk.
“Meanders” è raccolta e struggente, come i ricordi che affiorano alla mente pensando ad un amore finito, camminando su un tappeto di foglie in autunno…
“She’s always in my mind”……. spleen, dolcezza e rimpianto allo stesso tempo, con i fiati nella seconda parte che aggiungono ancora più pathos.
“Celebrate” torna alle atmosfere neo folk, con sonorità che hanno sicuramente qualche debito con i Death in June anche se contaminate ancora una volta dal rock, soprattutto nel cantato, ma anche con qualche “divagazione” della chitarra.
In sostanza un album consigliato agli amanti della musica malinconica anche se non al 100% new wave o goth, a chi ricerca sonorità più insolite: quelle degli Opium Dream Estate sono differenti sfumature della stessa oscurità.

Per informazioni: http://www.opiumdreamestate.com/
Web: https://thewhiteroomnetlabel.bandcamp.com/album/shades
Condividi:

2 comments

Lascia un commento

*