Occulte: Rock n’ roll

0
Condividi:

Progetto francese davvero avvolto dal mistero dai tratti decisamente esoterici questo che si cela sotto il monicker Occulte. Si tratta di un duo formato da HAL (conosciuto come DJ Alexida) e RH (Rose Hreidmarr). Rock n’ roll è il titolo dell’album pubblicato dalla OPN, etichetta francese che è ormai sinonimo di qualità per quanto concerne la musica elettronica, l’ambient e le sonorità di confine fra l’industrial e la sperimentazione. Gli Occulte hanno un approccio molto particolare basato sull’improvvisazione in cui viene sfruttata la tecnica della scrittura automatica. La musica viene composta tramite stati di coscienza alterati ed è ispirata dalle stelle, dalla luna e da tutto ciò che si nasconde nei boschi e nelle megalopoli. Possono venire in mente, a livello filosofico, certi Coil, quelli per intenderci del monumentale Moon’s Milk, di Astral Disaster e di Musick To Play In The Dark, album influenzati dal buio e dalla luna tanto da far loro coniare il termine di “Moon Musick” per definire la propria musica. Le sonorità e le ambientazioni proposte dagli Occulte sono liquide e cinematiche mentre il “mood” generale tende all’apocalittico e al surreale. Le melodie sinistre e le ritmiche electro-dark di “The Great Filter” potrebbero essere perfette come colonna sonora di un film horror. “Grand Junction” è invece una traccia pacata e desolata vicina all’ambient. In “Total Cleansing” troviamo ancora glaciali ritmiche elettroniche con minacciose voci in sottofondo. Con “The Heuristic Of Superhumans” veniamo immersi in un’atmosfera da incubo in cui ascoltiamo ancora delle voci disperate che sembrano provenire direttamente dall’Inferno. La conclusiva “Liberator” chiude in maniera enigmatica con siderali tappeti elettronici e messaggi misteriosi e apocalittici. Un album che potrebbe piacere a chi è interessato all’elettronica oscura, al dark-ambient e all’industrial. Disponibile su Bandcamp: http://opnrecords.bandcamp.com/album/rock-n-roll .

Condividi:

Lascia un commento

*