Sindre Bjierga & Micromelancolié: Invisible Paths

0
Condividi:

La Zoharum prosegue con grande impegno e dedizione a proporre artisti che si distinguono per la radicalità di proposte senza compromessi nel campo della musica elettronica. E’ questo il caso di Sindre Bjerga e Robert Skrzynski aka Micromelancolié. Il primo è un artista sonoro norvegese già attivo in molti progetti mentre Robert Skrzynski ha già alle spalle, sotto le sigle Micromelancolié e ForrestDrones, 2 album molto considerati dagli addetti ai lavori come It Does Not Belong Here e Najas Flexilis Exequiae , quest’ultimo da me recensito su Ver Sacrum. Invisible Paths è  la continuazione di un’esplorazione sonora dei 2 artisti. L’album è diviso in 2 tracce: “Invisible Paths I” e “Invisible Paths II”. Siamo nel regno della psicoacustica: i 2 hanno creato una sorta di collage sonoro in cui possiamo ascoltare ambient, registrazioni di conversazioni, tape music e lunghi drones. Le ambientazioni sono criptiche e oscure: rumori indefiniti e magmatici sono inframmezzati da strane voci fuori campo. Non c’è la minima concessione alla melodia e le sonorità sono abrasive e noise. In realtà non siamo distanti da qualche produzione del primo industrial. La seconda traccia si caratterizza, all’inizio, per l’utilizzo di elementi di musica concreta: poi i rumori lasciano spazio a un drone ipnotico e minimale che stende il velo del sonno sull’ascoltatore. L’atmosfera diventa pacata e quasi mistica ed è quasi piacevole lasciarsi avvolgere da questo infinito flusso sonoro. Un lungo tappeto sonico ci porta in uno stato di quiete portandoci in uno stato di consapevolezza profonda. Occorre sicuramente uno sforzo di concentrazione da parte dell’ascoltatore per riuscire ad apprezzare un disco come questo. Rispetto ad altre produzioni di musica dark-ambient e elettronica Invisible Paths è sicuramente più ostico e si rivolge a chi segue l’avanguardia più estrema. L’album esce in un’edizione in 3 –panel ecopak strettamente limitata a 300 copie. La cover è disegnata da Rutger Zuydervel dei Machine Fabriek e si può acquistare su Discogs o sul sito della Zoharum. Disponibile anche su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/invisible-paths.

Condividi:

Lascia un commento

*