Sinister 2 di Ciaran Foy

0
Condividi:
Finalmente è arrivato nelle sale l’attesissimo sequel del fortunato Sinister -anno 2012- che aveva come protagonista Ethan Hawke.
In questo secondo capitolo la vicenda continua tramite l’unico personaggio sopravvissuto agli eventi della prima pellicola: il vice sceriffo, ora ex vice sceriffo ed investigatore privato, interpretato da un volutamente impacciato, ma bravo, James Ransone.
L’ex vice sceriffo, non rassegnatosi a capire quanto accaduto allo scrittore (Hawke) e tutta la sua famiglia, nel prosieguo delle sue indagini private si trova sulla strada di una nuova famiglia, i “Collins” formata dalla madre Courtney, interpretata da Shannyn Sossamon, e i due figli gemelli di nove anni Zach e Dylan. Costretti a fuggire dal padre tanto violento quanto, rozzo, potente e ricco, Clint Collins, cercheranno rifugio proprio nella casa teatro dei passati massacri ad opera del demone Bughuul e del suo esercito di bambini.
Come si può ben intuire, il film non brilla di certo per una trama avvincente ed innovativa, ma a discapito della storia che racconta, “Sinister 2” è un sequel di tutto rispetto, ben girato e che si lascia guardare, tenendo molto lontana la noia, grazie ad un solo piccolo espediente: le “adorate” Super 8. Le malefiche bobine che immortalano gli ultimi istanti delle sventurate famiglie che loro malgrado vi prendono parte, sono delle piccole perle.  Dylan soffre tutte le notti sogni tormentati e viene sistematicamente “invitato” dallo spirito di Milo -una delle vittime del demone, nonché preziosa pedina del suo esercito- a recarsi nello scantinato per visionare, assieme agli altri spiriti di bambini, i loro filmati in Super 8. La promessa di Milo nei confronti di Dylan è che al termine di tutte le visioni non avrà più gli incubi.
Lo spettatore in questo modo non vedrà l’ora che Dylan vada a dormire per poi scendere in cantina e gustarsi assieme a lui l’esecuzione dei familiari dello spirito del bambino di turno.
Naturalmente la perla del film è la pellicola di Milo che ha per protagonista i topi: verrà   indubbiamente apprezzata da ogni cultore di cinema horror che si rispetti.
Riuscirà il nostro ex vice sceriffo a salvare almeno i Collins dalla maledizione?
Condividi:

Lascia un commento

*