Selofan: Στο σκοτάδι

0
Condividi:

I greci Selofan sono arrivati al terzo lavoro e, vista la notorietà conquistata con i precedenti, possiamo dire che lo attendevamo. Στο σκοτάδι è uscito in questi giorni, ovviamente per la Fabrika Records; inutile dire che le scelte stilistiche di Joanna e Dimitris non sono mutate, anche se sarebbe un errore ritenere che l’album sia identico al precedente. Vi ritroviamo, naturalmente, atmosfere assai tenebrose  – ‘nell’oscurità’ è  il significato del titolo greco del disco, ‘στο σκοτάδι’ – ma la prima sensazione è che le sonorità siano meno incorporee e sottili e più ‘musicali’, fermo restando il fondamentale minimalismo che le ha sempre caratterizzate. L’aspetto è comunque evidente fin dalla prima traccia, “The Wheels Of Love”, dove i suoni della tastiera appaiono più pieni ed atmosferici e l’abbinamento con la ritmica moderata ed il canto patetico e tormentato contribuisce a configurare un paesaggio dai colori certamente oscuri ma niente affatto spenti. La seguente “Schwarz” propone una ‘tirata’ introduzione elettronica dal sapore ‘cinematico’, mentre la parte vocale – stavolta in tedesco! – dalle tonalità remote, come è tradizione, stende sullo scenario un velo gelido; “Nightclub in the Sky” e “Orient” richiamano le radici del postpunk nella sua versione più depressa e “Snakes” accelera strizzando l’occhio al dancefloor. I brani successivi sono in lingua greca e, curiosamente, optano per suoni più decisi, talvolta vicini all’electro: si prenda per esempio “Στο Σκοτάδι” che da un lato ricorda i classici Kraftwerk e dall’altro sembra ‘arieggiare’ gli altrettanto classici D.A.F., oppure la ‘marziale’ vivacità di “Αλάσκα”; non mancano, tuttavia,  momenti estrosi, come le ‘campane’ ed i ‘campanelli’ di “Χορεύουμε?”. Ma alla fine si torna ad un clima decisamente drammatico in “Να Φεύγεις” e si delinea una decadente visione da ‘circo’ con “Μάσκα”: quest’ultima traccia chiude così un disco piacevole ed interessante, un ulteriore tassello nella carriera dei Selofan che stanno dimostrando di avere stile ed idee chiare.

Condividi:

Lascia un commento

*