Moreno Pavanello: Diario dell’amnesia – Ebook – Edizioni Hypnos

0
Condividi:

Il nome di Moreno Pavanello non dovrebbe essere sconosciuto a quanti seguono attentamente gli sviluppi del fantastico italiano: ha vinto nel 2014 il prestigioso Premio Hypnos con “Il suo sguardo”, un racconto apocalittico e attualissimo sulla nascita e la morte di un nuovo Cristo. La storia è stata poi inserita nella recente antologia Nuovi incubi I-migliori-racconti-weird recentemente pubblicata dalle Edizioni Hypnos. Se si vuole approfondire il suo universo è possibile leggere in rete il suo blog Storiedabirreria in cui si possono leggere recensioni su film, fumetti, videogiochi, serie e libri afferenti la fantascienza, l’horror e il fantasy. Ora le Edizioni Hypnos hanno coraggiosamente deciso di inaugurare una nuova collana in ebook – SpiragItalia – dedicata agli scrittori italiani emergenti e di cui è già uscito L’angelo e il vampiro di Luca Bonatesta: ora è la volta proprio di Moreno Pavanello di cui si presenta la sua prima raccolta intitolata Diario dell’amnesia. La grafica è a cura di Ivo Torello , un artista a tutto tondo (scrittore, musicista con i Kozai Resonance e illustratore) che dovrebbe ormai esser ben conosciuto. Il primo racconto Diario dell’amnesia è un lungo incubo che si interroga sul significato della realtà e su ciò che è vero o falso: personalmente mi ha ricordato alcune fra le storie più riuscite di Philip K. Dick. Il protagonista ha perso memoria dei suoi ultimi 20 anni di vita (si ricorda solo che doveva dare l’esame di maturità) e si ritrova a vivere in un contesto a lui sconosciuto in cui la moglie e la figlia sono per lui due perfette estranee: gli sviluppi saranno sorprendenti e non mancheranno i colpi di scena. La scrittura di Pavanello è scorrevole e ha il pregio di non annoiare mai. Il successivo “Speranza perduta” narra una vicenda quantomai attuale parlando della tragedia dei migranti che partono dalla Libia imbarcandosi in viaggi spesso forieri di morte: l’ambientazione è così tristemente attuale: tuttavia non manca anche in questo caso l’elemento fantastico costituito da  un terrificante mostro marino (il Mardi) e da altrettanti demoni (i Dalhan appartenenti agli Jinn, entità soprannaturali appartenenti alla tradizione islamica). La parte della storia ambientata in mare può far pensare, per quanto concerne l’aspetto teratologico, a William Hope Hodgson. Tuttavia la sovrapposizione fra attualità e fantastico mi ha ricordato molto da vicino le prime cose di Valerio Evangelisti (penso alla parte fantascientifica del ciclo di Eymerich). Una delle caratteristiche di Pavanello è appunto quella di usare il fantastico per interpretare la realtà. “Quell’unico viaggio” è poi un’interessante variante sulla tematica del viaggio nel tempo. L’ultimo racconto è invece il già citato e incensato “Il suo sguardo”. Diario dell’amnesia è un’ottima introduzione al mondo di Moreno Pavanello e mi sento di consigliarlo caldamente: si legge velocemente e riesce sempre a coinvolgere il lettore. Il libro si può acquistare direttamente presso il negozio online delle EdizioniHypnos.

Moreno Pavanello “Diario dell’amnesia” – Ebook – ISBN: 9788896952320 – Euro 1,99

Condividi:

Lascia un commento

*