Der Orchideen Garten – Edizioni Hypnos

0
Condividi:

Le Edizioni Hypnos pubblicano Der Orchideen Garten, un volume di alto pregio curato dal germanista Alessandro Fambrini che si pone come uno dei pezzi  forti del catalogo dell’editore milanese. La tedesca Der Orchideen Garten è stata in pratica, fra il 1918 e il 1921, la prima rivista dedicata al fantastico e al bizzarro e ha anticipato le successive e note Weird Tales e Amazing Stories. A differenza di queste 2 Der Orchideen Garten affondava ancora però le proprie radici nel decadentismo estetizzante di matrice europea e in autori classici come Edgar Allan Poe e E.T.A. Hoffmann. Il primo numero uscì a Monaco di Baviera nel 1918 ed era curato da Karl Heiz Strobl. Strobl formava, con Hanns Heinz Ewers e Gustav Meyrink, la sacra trimurti del fantastico tedesco e diede così la sua impronta a Der Orchideen Garten nel presentare un fantastico onirico e inquietante e comparendo più volte con suoi racconti. La vicenda di Strobl (che aderirà al Nazionalsocialismo) è in un certo senso emblematica dell’atmosfera e del fermento che si viveva nella Germania post-bellica e “weimariana” in cui un forte sentimento nazionalistico troverà infine sbocco nella dittatura di Hitler. Ma il vero deus ex machina della rivista era in realtà Alf von Czibulka il quale si occupava di tutto il lavoro redazionale scegliendo i testi. L’inizio del secolo in Europa era un periodo particolare e creativo in cui c’era un forte interesse per tematiche come il fantastico e l’occulto e dove stavano nascendo le avanguardie futuriste  e espressioniste: è in questo contesto che nasce e si muove Der Orchideen Garten: siamo ancora lontani dallo spirito “pulp” di Weird Tales anche se non mancano certo esempi anticipatori in questo senso. Uno dei maggiori pregi di Der Orchideen Garten era poi quello di dare risalto alla veste grafica: ogni fascicolo era a colori e le copertine rappresentavano in pieno lo spirito bizzarro e sensuale che si respirava: le illustrazioni erano opera di Otto Muck, Elfriede Plaichinger-Coltelli e Karl Ritter. Ma anche gli interni in bianco e nero erano illustrati con grande gusto e proponevano classici come Gustave Dorè, Aubry Beardsley affiancati a contemporanei come il grande Alfred Kubin. Nel presente volume abbiamo modo di ammirare una scelta di queste illustrazioni. I testi prevedevano ristampe di classici come Edgar Allan Poe, Hawthorne, Voltaire, Hugo, Dumas, Nodier, Gautier, Maupassant, Villers de’lsle Adam, Byron, Wells, Conan Doyle e scrittori tedeschi come Ludwig Tieck, Johann Peter Hebel, E.t.A. Hoffmann e Jean Paul. Ma c’era molta attenzione anche alla tradizione popolare e al folklore e veniva così dato largo spazio a nomi come i fratelli Grimm, a Thomas Crofton Croker e a Matteo Bandello. Ma il vero piatto forte era costituito dai racconti degli autori contemporanei in cui troviamo piccole chicche del fantastico “outré” come possiamo leggere nella scelta qui presentata: ecco così Il cervello di Hans Meixner e La metamorfosi di Tobias Humbrugk di Hanns Wohlbold dove le tematiche di Mary Shelley e Stevenson vengono sviluppate in maniera non lontana dallo spirito “popolare” dei pulp. Non mancano poi riferimenti onirici e perversamente erotici come ne Il castello Valnoir di Ernst Scupin. Straordinaria prosecuzione della celebre cronaca di Camille Flammarion “La cometa e la terra” di von Czubulka è invece una gustosissima  fantasia cosmologica. Di assoluto rilievo anche Il pianoforte elettrico di Bernhard Stein, una vera e propria pepita del genere. Ci sono poi 3 racconti di Strobl, tutti all’insegna di un fantastico caratterizzato da un’atmosfera sottilmente onirica e da un senso di morte opprimente. C’è anche una sorta di “variazione” della detective-story come Galvanostelgia di Hanns Wohlbold” e L’ultima avventura di Sherlock Holmes di Leopold Plaichinger. Ma tutte le storie riescono ad essere interessanti e a cogliere lo “zeitgeist” dell’epoca.  “Der Orchideen Garten” è un volume imprescindibile che tutti gli appassionati di fantastico dovrebbero assolutamente possedere. SI può acquistare direttamente sul sito delle Edizioni Hypnos o sul Delos Store.

Der Orchideen Garten – Il giardino dellle orchidee – A cura di Alessandro Fambrini – Postfazione di Walter Catalano- 157 pagine – ISBN: 9788896952337 – Edizioni Hypnos – 2016 – Euro 20

Condividi:

Lascia un commento

*