Cretura: Fall of the seventh golden star

0
Condividi:

Introdotto dall’evocativa “Past present & future” (la nebbia che cala sul fiordo dalle foreste silenti ricopre le nostre vesti d’un velo ghiacciato), Fall of the seventh golden star c’introduce all’epica narrativa dei Cretura, impegnati in un black/death bombastico poggiante sull’alternanza tra cadenzati possenti che citano con rispetto anche i Bathory più incompromessi e brani più composti, colla bella voce di Sara Marja Guttorm impegnata a narrare gesta eroiche e sacrifizi compiuti nel nome di un onore guerresco che appartiene ad epoche remote e che viene mantenuto in vita nei racconti degli anziani. Le emozioni si susseguono, ascoltando una “Funeral roses” che nell’incipit rimanda ai nostri connazionali, e pur troppo temo dispersi per sempre, Asgard (il trasporto con la quale viene eseguito è lo stesso) o la tronituante “Nar lyset dor” che riesuma la malignità perversa della storica “Woman of dark desires” (Bathory 1987, “Under the sign of the black mark”, la genesi del Male), con Marja impegnata a tener testa allo spiritato collega Zlargh (il quale divide con Marius Toen il ruolo di chitarrista, la formazione è completata dallo skin-beater Micheal Sveri, dal bassista Jørgen Beijer Johnsen e dalla tastierista Kine-Lise Madsen Skjeldal). Nei frangenti più melodici ed ariosi i norvegesi s’accostano con circospezione alla materia trattata (ed abbondantemente sfruttata) da Tuomas Holopainen e dai suoi Nightwish, anche se la cifra stilistica è chiaramente inferiore, i Cretura d’altronde sono giovani, e considerando che Fall of the seventh golden star viene da loro istessi classificato come debutto ufficiale (e non per nulla si è fatta avanti la WormHoleDeath a patrocinarlo, segno che il talento non manca al combo di stanza a Bergen), nonostante abbiano rilasciato già due ellepì, non mancherà il tempo per affinare ulteriormente i talenti che posseggono in buona misura. Certo che si confronteranno con una agguerrita concorrenza, ma lo faranno potendo contare su buone basi e col supporto di una etichetta assai attenta alla qualità dei propri prodotti.

Per informazioni: http://www.wormholedeath.com
Web: http://www.creturaofficial.com
Condividi:

Lascia un commento

*