Maeror Tri: Hypnobasia

0
Condividi:

hypnobasiaProsegue l’opera di riproposizione da parte della Zoharum di vecchio materiale ormai quasi irreperibile dei leggendari Maeror Tri, mitico progetto tedesco di ambient industrial che fra la fini degli ’80 e gli anni ’90 ha letteralmente tramato nell’ombra creando architetture sonore metafisiche e subliminali che realmente hanno creato un universo sonoro alieno. La creautura di Stefan Knappe ha, in un certo senso, fatto propria la lezione dell’industrial piu’ cupo e abrasivo non dimenticando pero’ la grande tradizione della gloriosa Musica Cosmica teutonica: qualcosa del genere hanno fatto nello stesso periodo anche i conterranei Cranioclast. Questa volta l’opera di disseppellimento di cassette uscite in edizione ultralimitata si e’ concentrata su Hypnobasia: si tratta del quinto disco dei Maeror Tri pubblicato in origine dalla meritoria label italiana Old Europa Cafe nel 1992 su C45 e poi riproposto sempre dalla stessa su supporto CDR in 300 copie nel 2005. Il vecchio nastro e’ stato completamente rimasterizzato dalla Zoharum. Hypnobasia comprendeva in origine 5 tracce in cui emergeva sia l’anima piu’ sperimentale e deflagrante dei Maeror Tri costituita da cupe dissonanze, clangori metallici e distorsioni di difficile decifrazione sia quella piu’ onirica, ambientale e minimale. Cosi’ dopo le prime 3 tracce nel solco di un cupo industrial come “Vermis”, “Drowning Into Hatred” e “Tormentum” possiamo ascoltare in “Athanot” il lato “trascendente” di questo enigmatico progetto che ci trascina in una dimensione quasi mistica mettendoci in comunicazione con il nostro se’ piu’ nascosto. La conclusiva “Nuntius”e’ invece caratterizzata da oscure ambientazioni dark-industrial. In questa nuova ristampa sono state aggiunte tuttavia 3 bonus tracks risalenti al periodo 1989-1992 originariamente apparse solo su compilation su cassetta: e’ una fortuna che sia stato recuperato materiale che altrimenti sarebbe stato destinato all’oblio e che non ha perso nulla, a distanza di tempo, di tutto il suo valore senza tempo. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/hypnobasia

Condividi:

Lascia un commento

*