Hidden Place: Nero Schwarz

0
Condividi:

hiddenGli Hidden Place sono uno storico progetto electro-wave italiano nato nel 2004 con alle spalle 4 album. I membri del gruppo hanno poi fondato i Lupi Gladius, gruppo di cui ho più volte parlato su Ver Sacrum. Lo stile degli Hidden Place è freddo e glaciale, non lontano nel suo unire new wave e aseticche ambientazioni electro a certi Kirlian Camera come si può ascoltare anche in dischi  come Fantasia Meccanica del 2007 e Punto Luce del 2009 uscito per l’etichetta argentina Twilight Records. Ora esce Nero Schwarz, una sorta di retrospettiva che riesce a rendere bene l’idea dell’estetica decadente degli Hidden Place. Fin dall’iniziale “Histoire d’amour” siamo immersi in atmosfere tipicamente new wave anni ’80. La successiva “Nei versi di Prevert” è cupa e ci immerge in un’aura piena di decadentismo mentre “Without Time” è caraterizzata da un’elettronica algida. I titoli delle canzoni, come “Alla mostra dei costruttivisti”, rimandano  poi a un immaginario tipico delle avanguardie storiche, aspetto questo poi esplorato successivamente con i Lupi Gladius. Le tracce alternano momenti elettronici freddi ad altri in cui prevale la melodia con la bella voce di Sara Lux in evidenza: è proprio il gusto per la melodia, a mio avviso, una delle migliori caratteristiche degli Hidden Place come possiamo ascoltare in “London To Rome” e “Gioco cromatico”, queste ultime 2 tracce presenti in versioni differenti in Punto Luce come anche la bellissima e mitteleuropea “Alexander Strasse”, molto vicina ai primi Kirlian Camera. Nel complesso ci troviamo di fronte a una buona raccolta che mi sento di consigliare caldamente a quanti ancora non conoscono gli Hidden Place. Disponibile su Bandcamp: https://hiddenplace.bandcamp.com/album/nero-schwarz-collezione.

Condividi:

Lascia un commento

*