Vlimmer & Oceaneer: Meerheit

0
Condividi:

img_2826Vlimmer a distanza di breve tempo dalla release di EP “IIIII”, si avvale della collaborazione della pianista Oneechan Nanashi “Oceaneer” per realizzare un nuovo Ep prodotto dalla Paracelsian Productions. Le novità sono molte perché questa volta Alexander Leonard Donat cambia le carte in tavola, virando il suo progetto sul minimalismo e abbracciando un suono più neoclassico, dream pop e ambient, dove l’elettronica viene ridotta ad una base quasi impercettibile, per dare risalto alle qualità pianistiche di Oceaneer.
Il progetto minimale riporta subito alla mente episodi folk quali “Peaceful Snow” dei Death in June, nel quale Douglas si avvalse della collaborazione del pianista Miro Snejdr, ma allo stesso tempo rimane ancorato alla “modernità”. La voce di Alexander è infatti sempre filtrata e sussurrata e conferisce una profonda malinconia a tutti e cinque i brani presenti, sposandosi alla perfezione con il pianoforte di Oceaneer, che svolge il ruolo principale nell’intera opera.
Le cinque canzoni toccano l’anima dell’ascoltatore suscitando sentimenti di sconsolata e malinconica tristezza, accentuata dall’utilizzo dell’algida lingua tedesca.
Nel complesso la prova è ben riuscita perché concepita con un chiaro intento: farvi vedere l’altra parte dell’anima di Vlimmer, quella più intimamente riflessiva. E quando, alla fine del percorso, il congedo viene affidato alla già nota traccia “Painist” qui presentata sotto nuove spoglie, ci si rende conto di quanto Alexander abbia ben chiare in testa le coordinate del suo progetto.

Per informazioni: https://blackjackilluministrecords.bandcamp.com
Web: https://paracelsianproductions.bandcamp.com/
Condividi:

Lascia un commento

*