Tanks And Tears: Aware

0
Condividi:

E’ infine giunto il primo full length dei toscani Tanks And Tears, che già avevamo tenuto a ‘battesimo’ all’uscita dell’EP Know Yourself. L’album Aware, mantiene in pieno le promesse fatte due anni fa: dieci tracce energetiche e ricche di pathos, con atmosfere malinconiche e con sonorità non necessariamente asciutte e lineari bensì dotate, spesso e volentieri, di notevole consistenza; la chitarra è come sempre in bella evidenza, alternando passaggi delicati ad altri impetuosi o che portano colori shoegaze. “Breath”, la prima traccia, esordisce cupamente e la chitarra mostra subito i ‘muscoli’ con un riff molto efficace: tessuto sonoro compatto, ritmica moderatamente vivace e canto trascinante completano il quadro in modo assai positivo. Subito dopo, in “Jump Into Your Heart” la chitarra è in sostanza il punto di forza, con momenti di pienezza assoluta, quasi ‘liberatoria, e il vocalist Cecchi cavalca l’onda a gola spiegata mentre “Inca”, uno dei pezzi più riusciti, presenta un andamento più impetuoso e travolgente collocandosi con chiarezza in area postpunk ma mantenendo un’indubbia originalità. L’ispirazione non cambia nella seguente, tristissima “Butterfly” in cui il canto raggiunge autentici apici di suggestione e, dopo la chiusura ‘fischiante’, la straordinaria title track strumentale apre tetri e spettrali scenari popolati da suoni cupissimi e passi distorti e ripetitivi dall’effetto fortemente ipnotico: forse uno degli episodi più emozionanti dell’album. L’oscurità dilaga e diviene una densa distesa, come attesta anche la più melodica “Under A Cloud”, e questo nonostante in seguito prevalga, ancora una volta, il vigore intenso e trascinante della chitarra – “War” e la bellissima “Temple” – che, in abbinamento all’incisiva parte vocale, sa produrre momenti di magia sferzante e appassionata (“Plasticine”). Sulla stessa linea anche la finale “Life Is A Show”, la più lunga del ‘lotto’ ma con la ‘struttura’ più variegata, che conclude con suoni magistrali di basso e chitarra un ottimo disco italiano tutto da scoprire.

Per informazioni: https://swissdarknights.bandcamp.com/album/aware
Web: https://www.facebook.com/tanksandtears
Condividi:

Lascia un commento

*