Maciek Szymczuk: Light Of The Dreams

0
Condividi:

La musica elettronica e ambient, a dispetto di qualche tesi che vuole il genere in una fase di inflazione, ha, in realtà, ancora molto da dire grazie a nuovi artisti in grado di trovare soluzioni all’avanguardia. Il polacco Maciek Szymczuk è indubbiamente uno dei musicisti che, negli ultimi anni, ha dimostrato di avere qualcosa da dire. Ora esce Light Of The Dreams, il suo quarto lavoro solista pubblicato dalla Zoharum. Il disco è composto da 8 tracce: le sonorità sono orientate verso una musica ambient che viene però arricchita da soluzioni ritmiche di marca Krautrock – i Tangerine Dream del periodo Virgin sono una chiara fonte di ispirazione- e influenze orientali nella tradizione di quanto questo artista ha fatto in passato. Si tratta di un lavoro coraggioso che può essere visto come un’evoluzione nel percorso di Maciek Szymczuk. Come si evince dal titolo, le ambientazioni di questo album vogliono evocare la materia dei sogni e mettere l’ascoltatore in uno stato in cui possa, attraverso la musica, vivere una vera e propria esperienza onirica. Light Of The Dreams suona in ogni caso fresco e vitale e riesce a non annoiare mai: il musicista polacco si rivela abile nell’utilizzare elementi di afrobeat e dub. Ma l’atmosfera generale ha un evidente “feeling psichedelico” fine anni’60 inizio anni ’70 a partire dalla splendida copertina disegnata da Karolina Stanieczek che vuole riflettere appunto lo spirito della musica. I disegni dai colori cangianti del booklet sono molto psichedelici e mirano ad essere un supporto visuale e onirico alla musica. I suoni di Light Of The Dreams sono però, in definitiva, non così distanti da certa elettronica anni ’80 anche per via della strumentazione usata (l’FM synthesis). Il cd esce in un’elegante digipack in 3-panel e in un’edizione strettamente limitata a 300 esemplari. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/light-of-the-dreams.

Condividi:

Lascia un commento

*