Allerseelen: Terra Incognita

0
Condividi:

Gli Allerseelen sono uno storico progetto martial-industrial austriaco, nato negli anni ’80,  capitanati dal carismatico Gerhard Hallstatt. Da sempre fortemente imbevuti della cultura teutonica e mitteleuropea, il progetto e’ accostabile, per certi versi, ai Der Blutharsch di Albin Julius e all’ideologia di molti gruppi dell’area del neo-folk apocalittico che ha sempre guardato verso simboli e miti cari a certe ideologie destrorse: il loro Neuschwabeland del 2000 era dedicato a una terra mitica del Terzo Reich. Questo Terra Incognita e’ uscito nel 2015 ma merita di essere recuperato, nel caso fosse sfuggito a qualcuno, per la sua importanza nell’economia della discografia degli Allerseelen. Il gruppo austriaco, dopo le asperita’ industrial degli inizi, ha progressivamente smussato il suo sound che oggi e’ caratterizzato da loop circolari percussivi e melodie decise che li hanno di diritto inseriti nel filone del cosiddetto “military-pop”. In Terra Incognita troviamo il perfetto esempio dell’evoluzione attuale degli Allerseelen: nell’occasione vengono rivisitati vecchi classici come “Steingeburt”, “Flamme”, Sturmlied”, “Panzergarten” e “Thule” assieme a nuovi brani. Fra gli ospiti vanno segnalati Daniel Arnica, Robert Nicholas Taylor e Jorg B., chitarrista dell’ultima incarnazione dei Der Blutharsch che dona al sound il suo inconfondibile tocco di chitarra. Le composizioni sono tutte in generale di buon livello basate su ritmiche possenti, basso pulsante e percussioni etniche: in alcuni momenti, a livello di sensazione, mi e’ venuto in mente il tribalismo ossessivo degli Amon Duul e, considerando la deriva psichedelica e Krautrock dell’ultimo Der Blutharsch e la presenza di Jorg B., non mi sembra una considerazione fuori luogo. Terra Incognita e’ un tassello indipensabile per che segue gli Allerseelen e il genere martial e viene pubblicato in una bella edizione digipack dalla Aorta/Ahnstern. https://allerseelen.bandcamp.com/

Condividi:

Lascia un commento

*