Allerseelen: Dunkelgraue Lieder

0
Condividi:

Novita’ in casa Allerseelen: Gerhard Hallstatt prosegue l’opera di riproposizione di vecchio materiale rivisitato. Cosi’, dopo il buon “Terra Incognita” del 2015 in cui venivano rivisitati vecchi classici e dopo aver ristampato le vecchie cassette “Requiem”, “Schwartzer Rab” e “Autdaruta” e’ la volta di questo nuovo Dunkelgraue Lieder che, in realta’, e’ la rivisitazione del classico Sturmlieder del 1996. Sono riproposte tutte e 10 le tracce che lo componevano con l’aggiunta di 7 nuove composizioni non comprese nell’edizione originale. I vecchi pezzi sono stati messi nella parte centrale del cd: a distanza di tempo non hanno perso nulla della loro carica dirompente e della loro attitudine “Sturm und Drang”. Possiamo cosi’ riascoltare il genuino sound primigenio degli Allerseelen in una nuova veste che non perde niente dell’antico furore nichilistico imbrvuto di cultura teutonica e di riferimenti a Nietzsche e alla crisi del mondo moderno. Ecco allora che in “Traumlied”, “Wintersonnenwende”, “Heiliges Blut” e “Storm” ritornare le cupe atmosfere paganeggianti carratterizzate da ciclici loop ritmici e rituali, vero e proprio marchio di fabbrica dei vecchi Allerseelen. Le nuove tracce sono invece piu’ pacate e malinconiche, permeate da sonorita’ folk piu’ morbide e non lontante da reminiscenze Krautrock. Alcune delle nuove tracce sono state ispirate dalla badn americana di folk e post metal degli Agalloch. In definitiva Dunkelgraue Lieder rinnova l’interesse verso un gruppo di indubbia importanza per la scena oscura e martial-industrial e potra’ essere apprezzato sia dai vecchi seguaci sia dalle nuove leve di ascoltatori.

Condividi:

Lascia un commento

*