Dirk Serries: Defiance of Self

Defiance of Self di Dirk Serries è un album che sfida le convenzioni dell’ambient, portando l’ascoltatore in un viaggio sonoro...

Movment: Reinvention

Si inseriscono con ambizione legittima fra le ultime leve del post punk, gli irlandesi Movment, ma non lasciatevi irretire...

Slowdive – Sesto al Reghena (PN) – 7/7/2024

Slowdive – Sesto al Reghena (PN) – 7/7/2024 Sexto ‘Nplugged 2024 Piazza Castello - Sesto al Reghena - PN

Jarl: Neurotransmitters-Sphere-Music

Neurotransmitters-Sphere-Music di Jarl rappresenta un viaggio sonoro che trascende i confini dell’esperienza musicale tradizionale, offrendo un’immersione profonda nelle oscure...

Trepaneringsritualen: The Totality of Death

Un Mantra Apocalittico di Disperazione Occulta In un’epoca segnata dall’incertezza e dall’angoscia, emerge The Totality of Death dei Trepaneringsritualen,...
Recensioni

Ufomammut: Hidden

Venticinque anni di attività. Dieci (con il presente Hidden) album, uno stile distintivo, definito, non si incide per Neurot per nulla. L’anno scorso planò sulla martoriata Terra “Crookhead”, un ep che conteneva il brano omonimo, anticipante l’opera che segna significativamente…

Vai all’articolo
Recensioni

Keeley Forsyth: The Hollow

E’ giunta al terzo lavoro Keeley Forsyth, attrice e musicista britannica che si sta conquistando uno spazio sulla scena dark grazie a uno stile cupo e introverso, caratterizzato, fra le altre cose, da una voce talmente profonda e ricca di…

Vai all’articolo
Recensioni

Toàn & Francis Gri: Le tissage des rêves

Visione e suoni: Un viaggio onirico tra collage musicali e composizioni straordinarie: Le tissage des rêves, l’ultima fatica musicale di Toàn (Anthony Elfort) e Francis Gri, si presenta come un’opera ambiziosa e visionaria, nata dall’incontro di due menti creative che…

Vai all’articolo
Recensioni

Lacrima Noir: L’attesa che uccide

Conosciamo il nome di Ignazio Mele per la sua militanza nei Lacrime di Cera, gruppo italiano che, negli anni ’90, avrebbe di certo meritato maggior seguito ma non ha che rilasciato una piccola stella nel nero firmamento della scena dark…

Vai all’articolo
Recensioni

ArtCore Machine: Core

Quando si parla di avanguardia musicale, pochi progetti riescono a ridefinire il concetto stesso di suono come fanno gli ArtCore Machine con il loro ultimo album Core. Un’opera che si pone come punto di progetto fluttuante tra architetti di musica…

Vai all’articolo
Musica

Intervista ai Partinico Rose

Quando li vedevi, sul palco davanti a te, percepivi tutta la loro forza. L’impeto, la rabbia, la voglia di arrivare. L’attitudine. Si usa ancora oggi, sempre meno perché è qualità coltivata da pochi talenti. Avevano tutto, la posa, il suono…

Vai all’articolo
Recensioni

Camerata Mediolanense: Atalanta Fugiens

Atalanta Fugiens, l’ultimo album della Camerata Mediolanense, è un’opera complessa, ispirata e di forte valenza culturale, come è tipico di una band che, in tutta la sua produzione – e sempre con eclettismo e passione – si è posta l’obiettivo…

Vai all’articolo
Recensioni

swan*seas: Songs in the key of blue

Curioso gioco del mio lettore walkman, il primo pezzo che mi seleziona è “Fuzzy feeling” che di Songs in the key of blue è la traccia numero due. Ed eccomi travolto dal glamour evocato dalle atmosfere suediane che alimentano questa…

Vai all’articolo
Recensioni

Deca: Strategia esoterica

Strategia esoterica, il nuovo album di Deca, rappresenta l’ultimo capitolo della trilogia già composta da Lucifero Alchemico e Antimateria Psichica ma, a nostro avviso, in qualche modo se ne distacca quanto a spirito e paesaggi. Se l’interesse dell’artista per le…

Vai all’articolo
Recensioni

Funhouse: Sometimes I Wish

Band di ‘antica’ tradizione, gli svedesi Funhouse sono riapparsi con un album, Sometimes I Wish, che riallaccia i fili con la vocazione ‘gotica’, da sempre manifestata e mai tradita: la lunga pausa non ha, quindi, smorzato l’inclinazione oscura e romantica…

Vai all’articolo
Musica

Der Himmel: Back to the end (video)

“Back to the end”. Traccia numero uno di “Amnesia”, 2017. E’ da qui che ripartono i nuovi Der Himmel. Tornare alla fine. Tornare dalla fine. Conservando lo scheletro, aggiungendovi solo un po’ di carne, di nervi, di materia. La cronaca….

Vai all’articolo
Recensioni

Modern English: 1 2 3 4

E’ stato pubblicato quest’anno l’album 1 2 3 4, contenente materiale del tutto nuovo della storica band inglese Modern English, che consideriamo fra le più importanti e influenti della musica new wave negli anni ’80 e alla quale dobbiamo hit…

Vai all’articolo
Recensioni

Principe Valiente: In This Light

A distanza di circa due anni dal precedente Barricades, gli svedesi Principe Valiente giungono al quinto lavoro, intitolato In This Light. Se di quello avevamo apprezzato la formula malinconica e accattivante, nel nuovo disco notiamo un sound più consistente, una…

Vai all’articolo
Recensioni

Larmo: Alarm

Un Nuovo Capitolo nella Saga di Mirosław Matyasik Alarm segna una pietra miliare nella carriera artistica di Mirosław Matyasik, il visionario dietro il progetto LARMO. Conosciuto per la sua lunga esperienza come C.H.DISTRICT, Matyasik ha continuamente spinto i confini dell’electro-industrial e…

Vai all’articolo
Recensioni

Ataraxia: Centaurea

Titolari di una discografia impressionante nei numeri (ventinovesima stazione, se contiamo live, raccolte, collaborazioni i numeri sono imponenti) e, non trascurabile, soprattutto nella qualità (parolina magica che negli anni 20/20 pare sia doveroso infilare in ogni dove, ma che in…

Vai all’articolo
Recensioni

Lacinskij: How To F*ck Everything

Lacinskij è Giuseppe Schillaci, il quale oltre ad intestarsi la sigla con la quale produce How To F*ck Everything, titolo che più esplicativo non si può, detiene anche la totalità delle quote di Doremillaro (SB) Recs, etichetta anch’essa, come i…

Vai all’articolo

Dal nostro archivio...

A Perfect Circle: Eat the elephant

Diciotto anni fa “Mer de Noms” deflagrò nell’universo dell’alternative-rock con tutta la potenza dei suoi contenuti e di un nome che accomunava il carisma di MJ Keenan e l’esperienza...

Morgan

Naotodate: See You, Zed

Le tre stimmate di Palmer Eldritch è, con Ubik, il romanzo capolavoro del grande Philip K. Dick. Si tratta di un autentico trip in cui si parla di viaggi...