Neila Invo: Alienation

Di recente formazione, datando 2019 l’avvio del progetto, Neila Invo vede coinvolte tre artiste napoletane che evidentemente non si...

Stefano Cerati: Black Mass – La storia dell’occult rock

Stefano Cerati: Black Mass – La storia dell’occult rock  Tsunami Edizioni  2022  Pagine 354  Prezzo: Euro 23,00.-  www.tsunamiedizioni.com  È...

Sun’s Spectrum: All I want (Singolo)

I Sun’s Spectrum rilasciano questo bel bel singolone estivo. Primo di una serie già annunciata, All I want conferma...

Current 93: If A City Is Set Upon A Hill

A distanza di 4 anni dall’ottimo ‘The Light Is Leaving Us All” riecco l’instancabile David Tibet che ci regala...

Shad Shadows: Prismatic

A distanza di circa due anni dal precedente Toxic Behaviours il progetto Shad Shadows – Luca Bandini e Alessandra...
Recensioni

Stella Diana: Nothing to Expect

E’ uscito da non molto Nothing to Expect, il nuovo lavoro dei campani Stella Diana che seguiamo già da qualche anno. Divenuti ormai riferimento per il genere shoegaze in Italia, i nostri rimangono fedeli alla formula scelta da sempre, attingendo…

Vai all’articolo
Recensioni

Metide: Circadians EP

Una unica traccia suddivisa in due titoli che si richiamano “Circædian” e la sua reprise, per un quarto d’ora di apprezzabile (post?)-rock disponibile anche su cassetta, ecco quanto ci offrono i Metide, quartetto con sede a Bergamo che si è…

Vai all’articolo
Recensioni

AA.VV.: Todo Muere SBXV

Quindici anni di Sacred Bones, tre lustri che meritano una celebrazione che si concretizza nel sesto capitolo delle compilazioni Todo Muere.  I nomi sono quelli che alimentano un roster di assoluta qualità, caratterizzato da scelte estetiche che, per stessa ammissione…

Vai all’articolo
Recensioni

Mater A Clivis Imperat: Atrox Locus

Progetto dai connotati marcatamente occulti questo degli Mater A Clivis Imperat. Nati nel 2008 grazie a Samael Von Martin (Evol, Death Dies) alle chitarre e Natalija Branko alle tastiere, il gruppo ha perseguito un percorso musicale e filosofico che lo…

Vai all’articolo
Recensioni

Abyssian: Godly

Abyssian nasce nel 2010 per volontà di Rob, nome che forse qualche appassionato di doom ricorderà per essere stato uno dei membri fondatori dei Sinoath. Nel 2012, con l’entrata di Frans (Svirnath), gli Abyssian diventano un duo. Nel 2016 (con…

Vai all’articolo
Recensioni

In The Nursery: Humberstone

A distanza di circa cinque anni dal precedente 1961, i fratelli Klive e Nigel, gli In The Nursery, hanno da poco pubblicato Humberstone, album che celebra i loro primi quarant’anni di carriera. Questi quarant’anni hanno significato, per i nostri, sperimentazione…

Vai all’articolo
Recensioni

Alya: Ripples from the past

Ripples from the past s’inserisce nell’ambito della dark-wave più raccolta, più intima, necessità (l’organico è ridotto a due soli elementi) o virtù non sta a noi sindacare. L’impressione che si prova, ascoltando gli otto brani che ne compongono la track-list,…

Vai all’articolo
Musica

Not Moving LTD: Love beat (video)

Love beat, pura lascivia glamour. Potevano affidare le nostre anime impure all’irruenza frontale di “Deep eyes”, al glam sottopelle di “Down she goes”, brani che ben identificano lo spirito r’n’r del quartetto, ma chi meglio della title-track del disco appena…

Vai all’articolo
Recensioni

Je T’Aime: Passive

Sono francesi e cominciano ad essere noti anche da noi i nuovissimi Je T’Aime che, all’inizio di quest’anno, hanno pubblicato il loro secondo lavoro, Passive. Sulla scia del postpunk revival, ben forniti di un abile vocalist, chitarra e basso a…

Vai all’articolo
Recensioni

OPHE: Somnium Nocte Mendacis

Bargnatt XIX è coinvolto in progetti di rilievo come Område e Demande À La Poussière, con Ophe ascrivibili al vasto ambito del filone innovatore del metal. Come per il precedente, per questa ultima sigla essi adotta un titolo in latino, quasi…

Vai all’articolo
Recensioni

Giovanni Leonardi: Men against Time

Credo che il termine “eclettico” sia molto calzante per definire un musicista come Giovanni Leonardi. Probabilmente qualcuno ne avrà sentito parlare anche perché molti sono i progetti in cui è coinvolto. Leonardi, nel corso degli anni, si è confrontato nei…

Vai all’articolo
Live Report

Dead Can Dance, Padova 28/05/2022

I Dead Can Dance “recuperano” a Padova le due date inizialmente programmate per l’aprile 2021 e che avrebbero dovuto tenersi a Milano. Non è stato il Caso bensì la volontà a far sì che tre firme della nostra rivista, l’esperta…

Vai all’articolo
Recensioni

Faun: Pagan

L’undicesimo album dei Faun ci porta ancora una volta una novità, ovvero la scelta di staccarsi dalla Universal per tornare a pubblicare con la loro etichetta. La decisione parrebbe rispecchiarsi positivamente anche sulla formula musicale, che sembra riconnettersi alle radici…

Vai all’articolo

Dal nostro archivio...

Oliver Pötzsch: La figlia del boia

Esce quest’anno in Italia per Neri Pozza, editore di solito attento alla qualità delle sue proposte, un romanzo – il primo di una serie –  piuttosto noto in Germania...

Vive la Void: Vive la Void

Vive la Void è il progetto solista di Sanae Yamada, nota come tastierista del gruppo pop/psichedelico Moon Duo. Nell’‘allontanarsi’ dal ‘collega’ Ripley Johnson per dare un’espressione personale al proprio...