Alec Empire: Intelligence and sacrifice

0
Condividi:

Costruire il suono e decostruirlo: queste sono le parole chiave per descrivere l’operato di un personaggio come Alec Empire, dai più conosciuto per il lavoro svolto con i grezzissimi Atari Teenage Riot, ma famoso anche per l’attività con la sua label personale Digital Hardcore Recordings. L’aggressività e gli estremismi del suono degli Atari non potevano che ritornare anche nel disco solista di Alec, composto da due cd molto diversi tra loro che ci mostrano i due aspetti di quella che è la voglia di sperimentazione che da sempre caratterizza l’artista tedesco. Il primo lavoro è composto da un miscuglio di sonorità apparentemente piuttosto confuse, perché seppellite sotto una spessissima coltre di rumorismi post-industrial-anarco-hardcore, ma che a ben vedere (o meglio, ascoltare) ricordano spesso generi più classici come il rock, il metal o perfino il gothic. A parte l’iniziale e delirante “Path of destruction”, già la seconda traccia “The ride” evidenzia l’intento di voler rileggere in una chiave più moderna e tecnologica un certo stile di rock molto sanguigno e diretto. Con “Everything starts with a fuck” l’hardcore-techno torna a farla da padrona, ma ecco che qua e là appaiono dei riffoni degni di una tiratissima thrash/death metal band. Le influenze più rockish tornano con “Killing machine” e “Addicted to you” e via via che l’album si avvicina alla conclusione il magma caotico di sonorità che lo compongono assume sempre di più un senso compiuto per l’ascoltatore, ormai abituato ai deliri schizoidi di Mr Empire. Se quindi il primo cd rappresenta il lato più estremo della sua musica, il secondo ci propone quello meno violento: si tratta infatti di una raccolta di brani molto lunghi dove il minimalismo coesiste con un’elettronica più ritmata e meno ripetitiva, accostabile talvolta a quanto prodotto da alcune bands Ant-Zen. Anche in questo caso il lavoro è molto interessante, e non fa che confermare il valore di questa release. Davvero un’ottima “doppia” occasione questo Intelligence and sacrifice, di quelle da non lasciarsi sfuggire!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.