Cenobita: Metamorfosis

0
Condividi:

Ver Sacrum Secondo disco per Claus Bita, il ragazzo messicano titolare del progetto Cenobita. Rispetto al cd precedente (“Neo Milenio”) trovo che che le cose siano migliorate; ferma restando la matrice elettro, i brani del nuovo cd hanno un sound piu’ convincente e pulito, quasi tutti ottimali per i dance floor. Rispetto ai connazionali Hocico (con cui risulta quasi impossibile non doversi confrontare ), Cenobita rappresenta un progetto meno d’impatto, maggiormente dance, anche se pure qui la voce e’ molto cupa (francamente a me non piace… non ha la carica energica e rabbiosa degli Hocico, semmai mi ricorda maggiormente i brani dei mitici Calva Y Nada cantati in spagnolo). Le nove tracce (piu’ consueta hidden track….. ormai e’ diventata una moda) che compongono il cd sono tutte di discreto livello e pur non rappresentando un prodotto imperdibile, “Metamorfosis” fa un figurone nel contesto dei dischi prodotti dalla Trisol in questi mesi.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.