DBPIT: Eleven

0
Condividi:

Lo sviluppo dell’acronimo che da il nome al progetto di Flavio Rivabella è già sintomatico circa il contenuto sperimentale di questo elaborato post industriale: Die Bekannte Post Industrielle Trompeter. L’uso della tromba è infatti l’elemento caratteristico di assoluto interesse del cd, e le relative sonorità sapientemente riversate su un ambient noise particolarmente ricercato sicuramente contribuiscono a realizzare il programma che l’artista intende esprimere, per come sventolato nel booklet: < < ... per un suono del marasma mentale >>. L’inserimento poi di alcun passaggi di basso fanno pensare, in determinanti momenti soprattutto nelle prime tracks (“Awakening”; “Psycho Gate”), ad un tentativo di sincretismo jazz – industrial. Ma a prescindere dal tentativo di imprimere etichette, questo elaborato è decisamente bello nel suo caleidoscopico miscelarsi di colori diversi a cui corrispondono stati psichici decisamente alterati (come non definire ALLUCINANTE la splendida “Memories Of Vienna vol. 1”?). Da segnalare inoltre la collaborazione attiva di Caludio Dedi Giammarini (Ain Soph) e Raffaele Cerroni (Mushroom’s Patient). In una parola: SURREALE ! Bello, bello, bello !

TagsDBPIT
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.