Heid: Pilgrim of the sublunary world

0
Condividi:

Ennesimo progetto dark ambient-industrial di marca Cold Meat: gli Heid sono artefici di un minimalismo sonoro in cui su un tappeto di tastiere effettate si posano loop ed echi, aspri campionamenti, soluzioni talvolta avantgarde e rari sprazzi di umorismo, sempre comunque piuttosto contenuto, il tutto a rendere un’atmosfera molto tetra e inquietante. Gli undici brani del CD non hanno titolo e si susseguono confondendosi e confluendo gli uni negli altri per intrecciarsi in un unico percorso sonoro. L’album racchiude le registrazioni del gruppo nel periodo compreso tra il ’97 e il ’99, una sorta di testamento sonoro per un progetto dalle cui ceneri sono nati i Leak, recensiti sempre in questo spazio.

TagsHeid
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.