Impressions of winter: The remiXperience

0
Condividi:

Ecco un CD di cui nessuno sentiva veramente la mancanza. Ho apprezzato gli Impressions of Winter per l’album Deceptive Springs and Fading Landscapes che li faceva distinguere come una voce nuova e squisita in ambito etereo. Ecco che arriva – come è talvolta malcostume teutonico, pensate a Time again dei Claire Voyant – un album di remix electro-dance dei loro pezzi. Dell’eleganza delle melodie del gruppo non rimane molto, sepolte sotto arrangiamenti piuttosto scontati e a grana grossa. Singolarmente qualche remix non è nemmeno da buttare però per rendere interessante un’operazione come questa forse andavano chiamati degli ingegneri del suono d’eccezione. Qui il livello è assai medio e non è proprio il caso di dire “in media stat virtus”… Qualcuno poi mi spieghi perché inserire tre versioni, nemmeno troppo diverse tra loro, della canzone “Rain outside”: mah… Alla fine l’unico episodio in qualche modo interessante è lo strumentale “The hozy and quiet garden”, suonato alla maniera “tradizionale e tipica” degli Impressions of Winter: per il resto questo The remiXperience è un disco inutile e finanche pernicioso.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.