Mimetic: Data sensitive

0
Condividi:

Ver Sacrum Ancora un’altra interessante proposta dalla label francese Parametric, che solo poco tempo fa aveva fatto uscire l’ottimo Oxydes dei Mlada Fronta. Così come era già accaduto in quel caso, anche stavolta ci troviamo di fronte ad un lavoro davvero apprezzabile da più punti di vista, difatti questo album dei Mimetic convince appieno sia musicalmente sia per la veste grafica con la quale si presenta. Partiamo da quest’ultima: digipack doppio, booklet in formato poster, immagini sfocate che rappresentano le parti di un volto, gradazioni di colore. Sicuramente un “involucro” molto curato, ma anche il contenuto non delude affatto, dato che già il primo dischetto ci propone quattordici composizioni di buona qualità che spaziano tra l’industrial, il power noise e l’elettronica più ritmica. Alcuni pezzi tendono ad essere abbastanza ripetitivi (nel senso positivo del termine!), altri invece sono caratterizzati da un maggior dinamismo: queste due diverse tipologie di brani si alternano frequentemente nell’album, cosicché si ha a che fare con musica talvolta molto ballabile e altre volte maggiormente adatta all’ascolto. Quanto detto finora vale anche per il secondo cd, nel quale si continua ad osservare una certa varietà di stili anche se rispetto al precedente c’è una una più netta predominanza di sonorità power noise, cosa che immagino farà felici molte persone dato l’interesse sempre crescente nei confronti di questo genere musicale. Un’uscita di tutto riguardo quindi, e una band da tenere d’occhio!!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.