Orchis: TPEHT

0
Condividi:

Album tributo per la brava band inglese degli Orchis, che ripropone ben sedici brani del suo repertorio, alcuni dei quali di difficile reperimento, in quanto tratti da compilation, come l’iniziale “Come unto me” da Terra Serpentes e “Come Likes Shadows” da The Dark Ages. Gli altri pezzi sono scelti dai loro tre album ufficiali: The Dancing Sun, A Thousand Winters, Mandragora. Unico inedito il brano “Gloria Melancholia” tratto dal loro prossimo lavoro omonimo. Si tratta pertanto di un CD adatto a chi ancora non conosce o vuole approfondire la conoscenza di questo gruppo, forse poco conosciuto e appariscente, ma molto interessante e originale, che lavora da anni con pazienza, profondità e impegno. Appassionati di esoterismo, di alchimismo, di tematiche pagane e gnostiche gli Orchis (Alan Trench, Tracy Jeffery, Amanda Prouten) riescono a dare una adeguata colonna sonora al loro mondo interiore, fondendo voci eteree con sonorità folk apocalittiche, medievali, orientaleggianti, celtiche, mediterranee, in un insieme di grande fascino.La loro musica, formata dall’impasto di un numero incredibile di strumenti per lo più acustici (a fiato, a corda, percussivi) fuoriesce dai facili stereotipi, dalle mode, si libra senza tempo e senza luogo e si insinua delicatamente negli animi di chi è disposto ad ascoltarla…

TagsOrchis
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.