tenhi: Airut:Ciwi

0
Condividi:

Dopo il mirabile “Kauan” (del 1999), i finlandesi Tenhi danno alle stampe questo interessantissimo miniCD, piccolo scrigno contenente tre pezzi che non verranno altrimenti pubblicati. Apre la breve “Tuulennostatus”, sobria ritual-ambient alla quale è affidato il compito d’introdurre l’ammaliante “Kielo”, caratterizzata da un pianismo melancolico e da una voce grave, quasi in secondo piano rispetto lo stromento principale. Un brano evocante maestosi paesaggi dominati dal silenzio, affreschi severi d’evi cristallizzati negli abissi ancestrali della Memoria, ove si cela l’origine d’ogni dolore, sentimento rafforzato vieppiù da un austero arpeggio di chitarra scevro d’ogni inane orpello. La successiva “Ciwenkierto” sorprende ancora per la varietà della sua proposta, essenziale nella nuda sobrietà dell’ambientazione acustica, sì confacente alla natura del nobile ensamble nordico. Ritornano pulsazioni ritualistiche, diluite in un tappeto sonoro ov’emergono trame etno/esoteriche tessute con sapiente sagacia dai nostri cantori del buio. Un lavoro consigliatissimo agli animi umbratili e cogitabòndi.

Tagstenhi
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.