Frolic: To dream, perchance to sleep

0
Condividi:

Ver Sacrum Atmosfere languide e “acquatiche” in questa produzione Projekt, darkwave raffinata come da migliore tradizione dell’etichetta di Sam Rosenthal. I Frolic privilegiano la costruzione di atmosfere sognanti, minimalissime, con effetti elettronici, e tastiere a far da base ad una delicata e cristallina voce femminile; come leggera variazione c’è poi qualche raro inserto di chitarra elettrica e in due brani una voce maschile, anch’essa molto esile. La musica è molto elegante, fragile ed evanescente, magari un po’ ripetitiva e alla lunga è facile distrarsi. Vedrei bene i brani di To Dream… accompagnare delle immagini o delle performance: questo loro carattere “ambientale” andrebbe infatti enfatizzato in un contesto in cui la musica non viene lasciata da sola ma fondendosi alle immagini si rafforza per creare un risultato superiore alla somma delle singole parti. Un CD bello senz’altro ma forse un po’ privo di mordente.

TagsFrolic
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.