Glacier: omonimo

0
Condividi:

Anche se si tratta di un’opera uscita ormai da molto tempo vale la pena di segnalare l’esordio su CD di Glacier, il progetto che fa capo a Daniel James. Per questo CD, dopo aver già militato in altre formazioni della Bay Area, James si è circondato di ottimi musicisti californiani tra cui spicca in particolare la bravissima Kris Force degli Amber Asylum ai cori e al violino. Si tratta di un’opera piuttosto piacevole inquadrabile nel genere “american gothic” che è di per sé sinonimo di varietà e normalmente di qualità. La musica dei Glacier ricorda senz’altro le atmosfere dei Lycia, sia per il senso di algida austerità che pervade la musica, ma anche per le sonorità di chitarra e per gli arrangiamenti. I brani hanno un andamento lento e dolce, anche quando i suoni di chitarra si fanno più duri e distorti: in “Cold, wet and beatiful” e “Forgiven” i toni si fanno ancora più calmi e dolci, la prima tutta basata sui suoni del pianoforte, la seconda che ricorda le atmosfere sognanti di certi brani dei Cure. Ignoro se questi Glacier siano o meno ancora in attività: in ogni caso con questo CD ci hanno regalato magari non un’opera memorabile ma senz’altro qualcosa di piacevole con cui ricordarli.

Per informazioni: Glacier, P.O. Box 460373, San Francisco, CA 94131, USA
Email: [email protected]
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.