MonumentuM: Ad nauseam

0
Condividi:

Più di dieci anni fa, ai tempi dello split 7″ con i greci Rotting Christ, i MonumentuM erano considerati una vera band di culto all’interno della scena musicale italiana. L’album di debutto, uscito nel ’95 e intitolato In absentia Christi, aveva confermato le qualità del gruppo, contribuendo a diffonderne il nome all’interno della scena gotica europea. Per molto tempo poi non si è più saputo nulla, fino cioè a quest’ultimo periodo, durante il quale sono iniziate a circolare voci sul fatto che i MonumentuM avessero firmato per la label norvegese Tatra Records. Adesso è finalmente possibile ascoltare Ad nauseam, il frutto di tutti questi anni di lavoro, e c’è da dire che delle sonorità a cui eravamo abituati è rimasto ben poco, se non le atmosfere oscure e malinconiche. La band stessa dichiara di essere stata ispirata da Porcupine Tree, Sigur Ros, Massive Attack, The Swans, Slowdive ed altri: in effetti nell’album si possono trovare similitudini con alcuni di questi gruppi, ma è difficile fare dei veri e propri paragoni. La nuova strada intrapresa dai MonumentuM non permette infatti di identificarli con un preciso genere musicale, ma si potrebbe dire che i brani di questo album si muovono tra gothic e post-rock e che ognuno di essi è attraversato da una vena sperimentale e avanguardistica. Disco di non facile assimilazione, che sicuramente necessita di molti ascolti per essere pienamente compreso e apprezzato.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.