Prajna: L'éveil

0
Condividi:

Ver Sacrum Lavoro estremamente originale e piacevole, in cui si incontrano sonorità le più svariate, musica etnica, cold-wave di gusto francese, drum & bass e trip hop. I brani sono caratterizzati da una ricerca ritmica molto efficace e puntuale, in cui si mescolano percussioni acustiche al sintetico pulsare della drum-machine: per stemperare i suoni e per donare alle canzoni un carattere più sognante sono sempre presenti gli strumenti acustici tra cui il violino che è spesso in primo piano (ascoltate ad esempio l’irresistibile “Pas bouger”). L’eclettismo è una caratteristica fondamentale, sarebbe il caso di dire la ricchezza, di questi Prajna e L’éveil è un’opera che può affascinare un audience estremamente eterogenea, dagli appassionati del rock “contaminato” ai cultori dei suoni eterei fino ai waver più classici. Per viaggiatori nel corpo ma soprattutto nello spirito.

TagsPrajna
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.