Implant: Planet euphoria

0
Condividi:

Ver Sacrum Forse non molti di voi conoscono questo gruppo proveniente dal Belgio, eppure la sua storia è iniziata ben dieci anni fa: gli Implant sono stati tra i primi ad esplorare i territori della psy-trance e il loro principale interesse è sempre stato quello di sperimentare il più possibile nuovi modi di interpretare la musica elettronica. Con questo ultimo album la loro ricerca ha preso una direzione molto dance-oriented, apprezzabile in alcuni brani ma poco digeribile in altri (vedi ad esempio “Gateaway” o “All I want”), dove l’approccio troppo leggero e commerciale si dimostra essere un mezzo passo falso. Fortunatamente non tutto l’album è stato concepito in questo modo, e quindi nel suo insieme risulta essere abbastanza godibile. Tra gli aspetti che ho apprezzato maggiormente ci sono i frequenti inserimenti di ritmiche vicine alla musica etnica e le parti vocali ad opera di Jennifer Parkin, autrice anche di tutti i testi dell’album. Adesso non rimane che attendere le prossime uscite e verificare quale sarà la direzione musicale che gli Implant svilupperanno nel prossimo futuro!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.