Evergrey: Recreation Day

0
Condividi:

Ver Sacrum Quarto disco per gli scandinavi, di Gotheborg, Evergrey, gruppo capitanato dal carismatico ed enigmatico vocalist e chitarrista Tom S. Englund. Essendomi letteralmente innamorato del predecessore, “In search of truth”, attendevo questa nuova prova con ansia! Ed i paladini del dark-progressive-metal (etichetta forzata, lo ammetto), non mi hanno certo deluso, regalando al pubblico degli appassionati di sonorità sì elaborate, ma proposte con particolare pathos esecutivo un autentico, piccolo capolavoro. Suono incredibilmente corposo, produzione eccellente, brani di livello elevatissimo, ecco riassunti in breve i punti di forza di “Recreation day”. “The great deceiver”, “End of your days”, “As I lie here bleeding”, la title-track, “Visions”, “Blinded”, “Fragments”… ecco elencate le highlights di un disco assai valido e soprattutto equilibratissimo dal punto di vista qualitativo, rappresentati con grande vigore espressivo da un gruppo che si sta affermando come uno degli alfieri della scena svedese, al pari di Veni Domine e dei redivivi Candlemass. Liricamente ispirato al tema della Morte, “Recreation day” costituisce scelta obbligata per tutti coloro che apprezzano ambientazioni plumbee abbinate a grande perizia strumentale. Eccellente pure la bonus-track “Trilogy of the damned”, edita originariamente sulla versione giapponese del citato “In search of truth”.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.