Mandragora Scream: A whisper of dew

0
Condividi:

Ver Sacrum I Mandragora Scream nascono nel 1997 da un’idea della cantante Morgan Lacroix, e nel giro di due anni fanno uscire il loro primo demo. Nel 2001 viene pubblicato il cd di debutto, Fairy tales from hell’s caves, accolto un po’ ovunque con un grande entusiasmo, e solo di recente è uscito questo A whisper of dew, album che sicuramente susciterà un interesse anche maggiore intorno alla band, visto le indubbie qualità che esso dimostra di avere sin dal primo ascolto. In molti casi i MS vengono etichettati semplicemente come gothic metal act, ma devo dire che ciò che propongono è invece un genere di difficile definizione, influenzato dal gothic ma anche dal metal classico (a proposito di metal, della band fa parte anche il bravo Mat Stancioiu, batterista dei famosissimi Labyrinth!), il tutto però rivisto in chiave abbastanza sperimentale e progressiva. Sembrerà strano, ma a me alcune parti del disco hanno ricordato addirittura i Devil Doll, un po’ per l’uso della voce e poi per il gusto con il quale generi diversi sono stati utilizzati per creare musica piuttosto particolare e fuori dal comune. In realtà sul discorso “voce” devo veramente soffermarmi: sul disco cantano due persone (più una cantante d’opera, la quale però si occupa di piccolissime parti), cioè la già citata Morgan e il chitarrista Terry Horn, che è presente solo in alcuni dei brani. Il fatto è che la voce di Morgan è particolarissima e, sinceramente, se non avessi saputo a priori che si trattava di una donna, avrei pensato che nell’album erano due uomini a cantare! Intendiamoci, quanto ho appena detto deve essere inteso in senso positivo: a me la voce di Miss Lacroix è piaciuta parecchio e il fatto che sia così inusuale non fa che aumentare il mio interesse nei confronti di questa band. Di sicuro poi una cosa del genere contribuisce ancor di più a differenziare questo gruppo dagli altri, in particolare proprio dalle gothic band, dato che queste ultime sono sempre caratterizzate da voci femminili “soavi” e, a volte, un po’ troppo sdolcinate. Per quanto riguarda invece la parte lirica, A whisper of dew è un concept album che si basa su una storia di vampiri scritta appositamente per i Mandragora Scream da Julio Angel Olivares Merino, docente e studioso di letteratura gotica, per cui chi è appassionato di questo tipo di racconti troverà molto interessante leggere i testi della band. Un album di grande impatto quindi, che colpisce molto per la bellezza della sua musica e per la sua diversità, e che prossimamente troverà molto spesso spazio nel mio lettore cd!!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.