Manes: Vilosophe

0
Condividi:

Ver Sacrum Avendo conosciuto i Manes diversi anni fa, ai tempi dei demo Maanens natt e Ned i stillheten, non avrei mai immaginato di ritrovarmi ad ascoltare un album come questo Vilosophe. Il gruppo norvegese ai suoi esordi era formato da due sole persone (Sargatanas e Cernunnus) e proponeva un black metal molto grezzo, invece i Manes del 2003 hanno una line-up che consta di ben sei elementi e suonano un genere molto diverso dal precedente, cioè una sorta di metal postmoderno e sperimentale. Tra le note biografiche della band si legge che qualcuno l’ha descritta come un incrocio tra Radiohead, Katatonia e Aphex Twin, ed in effetti questo tipo di definizione è abbastanza appropriata alla musica che troviamo in Vilosophe. Dei Katatonia i norvegesi hanno l’impeto sonoro e quel velo di malinconia tipico di tutti i dischi del gruppo di Blackheim, mentre con Radiohead e Aphex Twin hanno in comune un certo estro creativo. In generale la struttura delle otto tracce contenute nel cd è piuttosto variegata ed infatti in esse potenza e melodia si alternano in maniera inusuale e mai scontata. Si vede chiaramente che dietro ogni brano c’è una particolare ricerca e un lungo studio, grazie ai quali la musica dei Manes, pur nella sua complessità e non convenzionalità, riesce ad affascinare e allo stesso tempo a risultare immediata. Un ottimo esempio di quanto detto finora può essere la seconda canzone del cd, cioè la lunghissima “Diving with your hands bound (nearly flying)”, che ci propone inizialmente atmosfere delicate e rarefatte, per poi evolvere in un suono ben più potente e deciso che costituisce il nucleo principale del pezzo, ma che a sua volta negli ultimi due minuti lascia spazio a una sorta di divagazione electro-avantgarde. Non c’è che dire, i Manes hanno veramente fatto tanta strada rispetto agli esordi e con questo lavoro hanno dimostrato a tutti le loro grandi potenzialità. Il ritorno di questa band non poteva davvero essere più convincente di così!!

TagsManes
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.