Mantus: Weg ins Paradies

0
Condividi:

Ver Sacrum Un duo, femminuccia e maschietto. Tedeschi. Proposta musicale: gothic. Ecco la formula giusta per generare l’ennesimo buon dischetto, ben suonato, ottimamente prodotto, costituito da una manciata di canzoni ascoltabilissime, a volte appena screziate d’una tenue venatura melancolica, posta a spezzare ritmiche sovente sostenute e viranti al metal. La fantasia non è certo qualità fatta propria dal mainman del progetto, M. Schindler, il quale, oltre a cantare con sostenuto vigore virile, accentra liriche, musiche e strumentazione, lasciando alla brava Thalia il compito di addolcire alcune songs colla sua voce soavissima. Ma il prodotto è a tal punto reso con teutonica perfezione che di questo particolare non si sente la necessità. “Weg ins Paradies” è disco di sicuro successo; “Die Letzen der Welt”, “Scherben”, “Der Himmel ist offen” detengono una tale dirompente forza commerciale ch’è impossibile opporre qualsisia resistenza! Paiono studiati per ottenere il loro scopo! Lo stesso dicasi per “Glaubst du an Schmerz” (da sottolineare l’interpretazione sentita di Thalia), per l’introspettiva title-track, per “Du siehst mich nicht”, per l’eccellente “Wie ein Engel” (ancora la nostra chanteuse a griffare una traccia adattissima all’air-play!!!!) tutti potenziali hits! Adoratori del kraut-goth, fate vostro questo “Weg ins Paradies”!

TagsMantus
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.