The Void: Farewell

0
Condividi:

Più che ad un semplice demo, ci troviamo dinanzi ad una vera e propria raccolta, compendiando questo interessante “Farewell” brani tratti dai due lavori semi-ufficiali che lo precedettero, oltre a due intriganti inediti (“Tears” e “Slave”). Brani marcati da un’aura decisamente melancolica ed umbratile, ben evidenziata da episodi quali “Plague”, “Forbidden” (dal primo demo) e “Nix” (da “Her obscure heart” del 2002, traccia che evidenzia il buon apparato compositivo del quale i nostri si avvalgono). Mestizia ed afflizione esalano adunque le note di ogni singlolo episodio, andando a comporre le varie canzoni ivi presenti un insieme assai omogeneo, comunque mai legato a riferimenti stilistici palesi. Non posso non manifestare il mio apprezzamento pure per “Neman”, altra song di sicura presa, e per “Sad Joke”, la quale chiude un CD che rappresenta le lodevoli intenzioni artistiche di un insieme che, se saprà maturare ulteriormente, non potrà non raccogliere degni riconoscimenti.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.