Ringe Ringe Raja: Unreal Book vol. 1

0
Condividi:

Ver Sacrum L’etichetta francese Prikosnovénie nel corso degli ultimi dieci anni è stata una vera e propria fucina di talenti nel campo delle “fairy voices” e della musica eterea contaminata prima con sonorità dell’Europa dell’Est, poi anche con quelle orientali e mediterranee. Questa sua ultima uscita non sfugge alla tradizione e si rivela una scoperta davvero originale e interessante nel panorama musicale, presentandoci il primo lavoro dei Ringe Ringe Raja, un gruppo italiano, o meglio napoletano, alle prese con una musica da loro definita come “rock festivo”. Di che si tratta? Avete presente la musica che allieta i pranzi (di matrimonio o di funerale) dei bellissimi film del regista Kusturica (Gatto Nero, Gatto Bianco, per citarne solo uno)? Ebbene sì, si tratta di musica da festa e da ballo, dagli accenti balcanici, con un fortissimo richiamo alla tradizione klezmer e gitana di quei paesi. I nostri cinque menestrelli (Massimiliano Sacchi al clarinetto e clarinetto basso, Paolo Sasso al violino, Davide Della Monica alla chitarra, Marco Di Palo, violoncello e Cristiano Della Monica alla batteria e percussioni) esplorano il campo della musica yiddish e gitana mescolandolo al rock delle chitarre e della batteria e contaminandolo con influenze di vario genere e di vari paesi (ho sentito echi di tango latino, ad esempio) realizzando un insieme davvero nuovo, originale, travolgente. Pezzi lenti, languidi, tristi e malinconici si alternano a brani velocissimi, sprizzanti di passione, di energia, di voglia di vivere e di ballare. Si tratta sempre di composizioni strumentali, e questo potrebbe far storcere il naso ad alcuni, ma la loro carica non vi potrà lasciare indifferenti e vi aprirà le porte verso nuovi mondi. Quando il cuore balcanico incontra lo spirito napoletano ecco Ringe Ringe Raja!

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.