Bruderschaft: Forever

0
Condividi:

Ver Sacrum Abbiamo già avuto modo di parlare diffusamente del progetto Bruderschaft nei mesi scorsi nello spazio news, quando anticipammo la creazione di questo “super-gruppo” che comprende Ronan Harris (VNV Nation), Joakim Montelius (Covenant), Stephan Groth (APB) e Sebastian Komor (Icon of Coil), chiamati a raccolta dal dj newyorkese Rexx Arkana, mente di questo progetto “dedicato” alla memoria del padre di Rexx, deceduto a causa del cancro, ed è appunto a varie associazioni che si occupano della lotta alla malattia che verranno devoluti i proventi della vendita di questo singolo, edito in versione “standard” e in “limited version” costituita da 2 cd (quest’ultima andata “sold out” nel giro di pochissimi giorni dalla sua pubblicazione, tanto è vero che su E-Bay sono già in atto aste selvagge, ma vi consiglio di chiedere comunque al vostro rivenditore di fiducia, che magari si è fatto mandare per tempo qualche copia in piu’). Ma com’è questa “Forever” ? Beh, si tratta di un brano in puro stile “future pop” (tanto per usare la definizione piu’ “trendy” del momento) e non poteva essere altrimenti visti i creatori; brano molto carino e di “appeal” immediato, cantato da Ronan con la sua voce ormai inconfondibile e con un testo abbastanza in stile “VNV Nation”. Ognuno dei due cd contiene 13 versioni del singolo, per un totale quindi di 26 versioni !! Inutile dire che l’ascolto integrale di ognuno dei singoli dischetti puo’ risultare un po’ indigesto anche a chi come me ha apprezzato il brano, visto che, pur alla presenza di validi remix, si tratta pur sempre dello stesso brano e venendo riproposto in ben 26 versioni, tra alcuni remix le differenze siano proprio minime. Sarebbe troppo lungo (e noioso) descrivere ogni singolo remix, mi limiterò quindi ad osservare che mediamente trovo il cd2 (guarda caso quello difficile da reperire) superiore al cd1 e segnalo in particolare la traccia n.11 “Lux eternus remix” di tali Punto Omega e la n.13 “Shadow bliss remix” a cura dei grandi S.I.T.D. band sulla cui abilità non vi sono piu’ dubbi. Si tratta di due tra i remix piu’ introspettivi e “solenni” dei due cd, mentre poi abbondano le proposte in bilico tra l’EBM, il future pop e la techno a cura di nomi piu’ o meno famosi (tra un cd e l’altro troviamo Melotron, Feindflug, Lights of Euphoria, Angels & Agony, Negative Format, Aiboforcen, ecc….), mentre decisamente votati al minimalismo sono i remix (ottimi) di Patrick Codenys (Front 242) e Heiko Maile (Camouflage)… insomma, ce n’è decisamente per tutti i gusti ! Un’ iniziativa tutto sommata interessante (e meritoria vista la finalità) anche se forse ci si è fatti prendere un po’ la mano e si è ecceduto con tutti questi remix.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.